Archivio mensile:luglio 2015

Pane e panelle f1

IMG_20150731_100416[1]

Pensare ad un pasto completo in f1 è sempre un problema? Vorreste potervi godere una bella giornata fuori, gustandovi un panino come tutti i vostri amici? Vi propongo una soluzione. Ho realizzato un panino con le panelle f1, perfetto per un pranzo in spiaggia o un pasto veloce in ufficio. La ricetta sarà divisa in due parti, una in cui illustrerò come preparare il pane e l’altra in cui troverete il procedimento per cucinare le panelle. Le dosi che vi lascio sono sufficienti per preparare 6 pasti.

Per preparare il pane:

  • 2 cup di farina di farro integrale
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cup e 1/4 di acqua tiepida
  • 3 gr di lievito secco attivo bio
  • 1 cucchiaino di truvia

Sciogliere il lievito in 1/4 di cup di acqua tiepida insieme alla truvia, lasciando riposare dieci minuti. Disporre a fontana la farina, aggiungervi ai bordi il cucchiaino di sale e aggiungere l’acqua con il lievito sciolto, iniziando ad impastare. Aggiungere a poco a poco circa 1 cup di acqua e lavorare a lungo fino a che battendo con la mano sull’impasto non si produca un suono vuoto. Lasciare riposare in una ciotola coperta con pellicola in un luogo caldo per circa 2 ore. Passato questo tempo riprendere l’impasto e lavorarlo facendo le pieghe. Dare la forma al pane e cuocerlo in forno preriscaldato a 240° per i primi 20 minuti e a 200° per i restanti 20 minuti. Sfornare e avvolgere in un canovaccio per lasciarlo raffreddare.

Per preparare le panelle: 

  • 1 cup e 1/2 di farina di ceci
  • 4 cup di acqua
  • sale
  • pepe
  • prezzemolo tritato (a discrezione)

Mettere in un pentolino acqua e un pizzico di sale, lasciare bollire e versarvi la farina, togliendo il pentolino dal fuoco. Mescolare velocemente, aggiungere pepe a proprio gusto e rimettere il pentolino sul fuoco. Continuare a mescolare fino a che non si sia formata una palla che si stacchi dalle pareti. Aggiungere il prezzemolo e rivestire uno stampo da plumcake con carta forno. Versarvi il composto, livellarlo in modo che occupi tutto lo stampo e lasciare raffreddare prima a temperatura ambiente e poi in frigorifero per almeno 3 ore. Una volta pronto tagliare a fette il composto e disporre ciascuna delle panelle su una leccarda rivestita con un foglio di carta forno. Far cuocere a 200° fino alla doratura di entrambi i lati.

Tagliare il pane e imbottirlo con panelle e foglie di lattuga. Per un pasto completo integrare con la porzione di frutta e ulteriore verdura se decideste di consumarlo a pranzo. Se voleste mangiarlo per cena potreste integrare solo verdura a vostra discrezione.

Scarlett Klimt

Annunci

Pancakes di tapioca f1

IMG_20150729_102605

Pensate che le perle di tapioca siano monotone? Che siano adatte solo per creme e budini? Preparatevi a ricredervi! Oggi ho preparato per voi  dei pancakes di perle perle di tapioca, accompagnati da una composta di mirtilli. Vi lascio le dosi per prepare 2 colazioni f1:

Per i pancakes:

  • 1/4 di cup di perle di tapioca
  • 1 cup di latte di riso
  • 8 cucchiaini di truvia
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia bourbon
  • Buccia grattugiata di 1 arancia o limone
  • 1/3 di cup di farina di segale integrale
  • 1 pizzico di sale
  • 2 albumi

Per la composta:

  • 1 cup di mirtilli
  • 3 cucchiai di acqua
  • Succo di 1/2 limone
  • 5 cucchiaini di truvia

Mettere in un pentolino le perle di tapioca, il latte, la truvia, la vaniglia e la buccia di agrume. Portare a bollore continuando a mescolare e fare addensare. Una volta denso versare in una tazza e lasciare raffreddare, prima a temperatura ambiente e successivamente per almeno un’ora in frigorifero. Una volta fredda aggiungere la farina e mescolare. Nel frattempo montare a neve gli albumi con 1 pizzico di sale e unirli a cucchiate all’impasto, mescolando con delicatezza dall’alto verso il basso.

Riscaldare una padella in pietra e versarvi 3 cucchiai di composto. Fare cuocere da entrambi i lati a fiamma bassa, coprendo con un coperchio. Si otterranno, a seconda delle dimensioni della padella, dai 2 ai 3 pancakes per ogni colazione.

Preparare la composta mettendo tutti gli ingredienti nel pentolino. Portarli a bollore, schiacciando la frutta con un cucchiaio, e facendo bollire per circa 3 minuti. Una volta pronta versarla sui pancakes e decorare cin qualche mirtillo fresco. Per un pasto completo integrate con 1/2 porzione di frutta e con verdura.

Scarlett Klimt

Dolcetti alle more

IMG_20150728_095415

 Cari amici, chi lo ha detto che i dolci in f1 non possono essere golosi? Ho preparato per voi un dolcetto alle more che non vi farà sentire la mancanza della f3. Ho modificato la ricetta delle mie vecchie barrette, adattandola per preparare la base e realizzando come topping una crema gelato alla vaniglia e alle more. Vi lascio le dosi per preparare 2 colazioni f1:

Per la base:

  • 1/2 cup d fiocchi d’avena
  • 1 albume
  • 1 pizzico di vaniglia
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1/2 cucchiaino di zenzero fresco grattugiato
  • 7 cucchiaini di truvia
  • 50 ml di latte di riso
  • 10 ml di farina di segale
  • 20 ml di farina di ceci
  • 1/4 cup di mirtilli

Per la crema:

  • 300 ml di latte di riso
  • 1 pizzico di vaniglia bourbon
  • 5 cucchiaini di truvia
  • 15 ml di farina di orzo
  • 2 gr di agar agar
  • 3/4 di cup di more

La sera prima preparare la crema, mettendo in un pentolino la farina, la vaniglia bourbon, la truvia, l’agar e versando a filo il latte. Lasciare bollire per dieci minuti, continuando a mescolare. Aggiungere 1/4 di cup di more a pezzettini e mescolare. Versare in stampini di silicone e lasciare raffreddare a temperatura ambiente per qualche minuto. Riporre in frigorifero per alcune ore. Un’ora prima di servirla spostare la crema in congelatore.

Per preparare la base mettere n una ciotola tutti gli ingredienti e mischiare. Versare in stampi in silicone, uguali a quelli utilizzati per la crema. Infornare a 180° per 12 minuti. Sfornare e lasciare raffreddare. Una volta pronto adagiarvi sopra la crema gelato e decorare con le more restanti. Per un pasto completo integrare con 1/2 porzione di frutta e con verdura.

Scarlett Klimt

Torta pesche e mirtilli f3

IMG_20150727_094432[1]

Buongiorno amici di fmd! Dopo due giorni di vacanza sono tornata per proporvi un dolce stuzzicante. Ho preparato per voi una torta con pesche e mirtilli, cosparsa di nocciole. Trovo che sia perfetta per le colazioni f3, magari accompagnata da un buon frullato di frutta e verdura. Vi lascio le dosi per preparare 6 colazioni:

  • 1/2 cup di farina di orzo
  • 1/2 cup di farina di segale
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia bourbon
  • 2 cucchiaini lievito per dolci bio(va bene anche cremor tartaro)
  • 6 cucchiai di olio di cocco
  • 10 cucchiai di acqua
  • 3 uova
  • 3 pesche
  • 1 cup di mirtilli
  • 13 cucchiaini di truvia
  • 1/4 di cup di farina di mandorle
  • 1/4 d cup di cocco rapè
  • 1/4 di cup di nocciole tritate grossolanamente
  • 1 cucchiaino di olio di semi di girasole

Riscaldare il forno a 170° e tagliare a cubetti le pesche. In una ciotola setacciare le farine, aggiungere vaniglia, lievito e cocco rapè. Montare le uova con un pizzico di sale e la truvia, aggiungere l’olio d cocco e mescolare. Unire i liquidi alle farine, aggiungere acqua, mirtilli e 2/3 delle pesche. Mescolare e versare in una tortiera unta con il cucchiaino di olio e leggermente infarinata. Decorare la superficie con le pesche rimanenti e le nocciole e cuocere per 40 minuti. Passato questo tempo coprire con un foglio di carta stagnola e cuocere per altri 10 minuti. sfornare la torta e fare raffreddare. Per un pasto completo integrare con 1/2 porzione di proteine, le verdure e meno della metà di una porzione di frutta.

IMG_20150727_094619[1]

Scarlett Klimt

Crema ai mirtilli e frollini al cacao

IMG_20150724_220126

Mancano ormai poche ore prima che io possa ufficialmente dichiararmi in f3. Per celebrare la vosa ho già pensato a preparare la colazione per domani, che voglio mostrare anche a voi. Si tratta di una crema fredda di mirtilli con panna di cocco, accompagnata da frollini al cacao. Vi lascio le dosi per preparare 2 porzioni di crema di nirtilli:

  • 90 ml della parte densa del latte di cocco
  • 1 cup di mirtilli
  • 2 cucchiai e 1/2 di xilitolo
  • 2 gr di agar agar
  • Succo di 1/2 limone
  • 4 cucchiai di acqua

In un pentolino nettere i mirtilli, l’acqua e 1 cucchiaio e 1/2 di xilitolo, facendo riscaldare la frutta. Frullarla e aggiungere l’agar. Lasciare bollire per circa 5 minuti, spegnere il fuoco e lasciare raffreddare. Nel frattempo montare la panna di cocco con 1 cucchiaio di xilitolo e aggiungerla alla composta ormai raffreddatasi. Mettere in frigorifero per qualche ora. Servite decirando con granella di mandorle e nirtilli freschi.

Io ho deciso di accompagnarla anche con dei frollini al cacao, di cui vi lascio la ricetta. Le dosi saranno sufficienti per preparare 9 colazioni:

  • 1 cup e 1/2 di farina di orzo
  • 1/2 cup di farina di mandorle
  • 15 gr di cacao amaro
  • 120 gr di xilitolo
  • 8 cucchiai di olio di semi di girasole

Impastare tutti gli ingredienti, formare un panetto, avvolgerlo nella pellicola e conservarlo in frigo per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo mettere la frolla tra due fogli di carta forno e stenderla con un mattarello. Ritagliare con un coppapasta i biscotti, riponendoli su una leccarda coperta da carta forno. Cuocere a 180° per circa 12 minuti. Lasciarli raffreddare e accompagnarli alla crema di mirtilli.

Per un pasto completo integrate con proteine, 1/2 porzione di frutta e la porzione di verdura

Scarlett Klimt

Gelato menta e cioccolato f2

IMG_20150723_082145

Amici vegetariani e vegani oggi ho pensato ad una ricetta per voi. Ho preparato dei gelati di tofu,cioccolato e menta. Vi lascio le dosi per 2 colazioni d 2 spuntini f2:

  • 360 gr di tofu
  • 1 cup di acqua
  • 50 foglie di menta
  • 50 gr di xilitolo
  • 2 cucchiaino di truvia
  • cioccolata fmd

Preparare uno sciroppo mettendo in un pentolino 1 cup di acqua, le foglie di menta e 50 gr di xilitolo. Portare a bollore, fino a che il contenuto non si restringa a meno della metà. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente e nel frattempo lessare il tofu tagliato a cubetti per circa 10 minuti. Scolate e lasciate raffreddare. Mettete il tofu nel robot insieme allo sciroppo ottenuto(comprese le foglie di menta) e a due cucchiaini di truvia. Frullate tutto alla massima velocità per circa 35 secondi. Versate negli stampini e mettete in congelatore per circa 3 ore. Trascorso questo tempo ricoprite con cioccolata fmd e rinettete in congelatore per circa un’ora. Decorate a vostro piacere e gustatevi un ottimo gelato anche in f2. Per un pasto completo integrate con la porzione di verdura.

IMG_20150722_214416

Hello, my vegetarians and vegans friends. Tiday I tiught about a recipe for you. I prepared some tofu’s ice creams with chocolate and mint. I will leave you the doses for 2 breakfast in phase 2:

  • 360 gr of tofu
  • 1 cup of water
  • 50 leaves of mint
  • 50 gr of xylitol
  • 2 teaspoons of truvia
  • Fmd chocolate

Make a syrup by putting in a saucepan 1 cup of water, the leaves of mint and 50 gr of xylitol. Boil until the content does not shrink to less than half.let it cool off at room temperature and in the meantime cut the tofu into little cubes and stew it for about 10 minutes. Strain off the water from the tofu and let it cool off. Put the tofu in the mixer woth the syrup(included the leaves of mint) and 2 teaspoons of truvia. Mix all at the greatest speed for abiut 35 seconds. Pour the mix into molds and put them in the freezer for about 3 hours. After this time take the icre creams off and cover everyone of them with fmd chocolate. Put them back in the freezer for about 1 hour, then decorate as you like and eat your delicious ice creams. For a conpleate breakfast add vegetables.

Scarlett Klimt

Crostata crema fragole e mirtilli f1

IMG_20150722_091453

Siete stanchi del solito porridge per colazione in f1? Oggi vi propongo un’alternativa. Ho realizzato una crostata con crema, composta di fragole e mirtilli. Vi lascio le dosi per 4 colazioni f1:

Per la frolla:

  • 2/3 di cup di farina di orzo
  • 1/6 di farina di farro integrale
  • 2 albumi
  • 8 cucchiaini di truvia
  • buccia grattuguata di un limone
  • 1 cucchino di lievito bio(o cremor tartaro)
  • 1 pizzico di sale

Per la crema alla vaniglia:

  • 2 cup di latte di riso
  • 1/3 di cup di farina di orzo
  • 6 cucchiaini di truvia
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia
  • 1 grammo di agar agar

Per la composta di fragole:

  • 1 cup di fragole
  • 3 cucchiai di acqua
  • 4 cucchiaini di truvia
  • succo di 1/2 limone
  • 1 gr di agar agar

Impastare tutti gli ingredienti della frolla fino ad ottenere un panetto elastico e sodo. Avvolgerlo nella pellicola e lasciare a riposare per circa un’ora.

Preparare la vomposta di fragole mettendo tutti gli ingredienti in un pentolino eccezion fatta per l’agar agar. Farla sobollire, spostare il pentolino dal fuoco e frullare la composta ottenuta, aggiungendo l’agar. Rimettere aul fuoco e fare bollire per circa 3 minuti. Una volta pronta lasciare raffreddare a temperatura ambiente.

Preparare la crema alla vaniglia mettendo in un pentolino la farina, la truvia e la vaniglia. Aggiungere a poco a poco il latte di riso e mescolare. Mettere il pentolino sul fuoco a fiamma bassa e portare a bollore continuando a mescolare. Aggiungere l’agar e aspettare che la crema addebsi. Fare raffreddare a temperatuea ambiente.

Nel frattempo spianare la foglia aiutandosi con 1/6 di cup di farina di farro integrale. Usare la frolla ottenuta per rivestire uno stampo da crostata in silicone da circa 20 cm. Bucherellare con una forchetta e vsrarvi sopra uno strato di conposta e uno strato di crema ormai tiepida . Cuocere a 170° per circa 30 minuti. Sfornare, fare raffreddare e decorare a proprio piacere con i mirtilli. 

Scarlett Klimt

Burrito messicano f1

IMG_20150721_221227

Buonasera amici di fmd! Questa sera voglio proporvi una ricetta dal sapore etnico, ispirata alla tradizione messicana. Ho utilizzato una piadina di farina di farro e orzo integrali per realizzare un burrito. Si tratta di un pasto completo, perfetto sia per il pranzo sia per la cena, che necessita pochissime integrazioni. Vi lascio le dosi per preparare 2 pasti:

Per la piadina:

  • 1/3 di cup di farina di farro integrale
  • 1/3 di cup di farina d’orzo integrale
  • 80 ml circa di acqua tiepida
  • 1/2 cucchiaino di sale

Per la farcitura:

  • 1 cup di fagioli lessati(io usato i borlotti ma sarebbe meglio rossi o neri)
  • 10 foglie circa di lattuga
  • 3/4 di cup di pomodoro a pezzi
  • qualche goccia di tabasco
  • la punta di un cucchiaino di aglio in polvere
  • la punta di un cucchiaino di cipolla in scaglie
  • 1 pizzico di paprika dolce
  • curcuma a piacere
  • 1 spolverata di peperoncino
  • 3 semi di anice
  • 3 semi di coriandolo
  • 1 pizzico di sale

Preparare la piadina mischiando il sale e le farine(mettendone da parte un cucchiaio) e aggiungendo l’acqua a poco a poco. Inpastare fino a rendere il composto elastico e compatto. Avvolgere con la pellicola e riporre in frigorifero per circa 1 ora. Nel frattempo mettere in una padella in pietra i fagioli, il pomodoro a pezzi, le spezie e il sale. Far cuocere fino a che la salsa non diventi più densa, il che richiederà circa 30 minuti cuocendo a fiamma bassa.

Prelevare l’impasto dal frigorifero, cospargere una spianatoia con il cucchiaio di farina lasciato precedentemente da parte e dividere l’impasto in due parti, formando due palline. Spianare ciascuna di esse con il mattarello, dando una forma circolare.

Riscaldare una padella in pietra e farvi cuocere le piadine. Una volta pronte ricoprirle con foglie di lattuga e con salsa ai fagioli. Arrotolare e creare il burrito. Se decideste di consumarlo per pranzo dovreste integrare con la sola frutta . Se invece desideraste mangiarlo per cena il piatto risulterà già conpleto.

Scarlett Klimt

No Bake Cheesecake ai frutti di bosco f3

IMG-20150719-WA0000[1]

Anche voi come me sentite il bisogno di un dolce fresco? Iniziate già a sudare alla sola idea di accendere il forno? Se la risposta ad entrambe queste domande è si, allora voglio proporvi la mia cheesecake no bake. Questa ricetta vi riuscirà facilissima e vi permetterà di riutilizzare i biscotti digestive di cui ho già postato la ricetta. Le dosi che vi lascio sono sufficienti per 8 colazioni:

Per la base:

  • 16 biscotti digestive
  • 3 cucchiai di olio di cocco(o di olio di semi di girasole) 

Per la crema:

  • 1 tuorlo
  • 12 cucchiaini di truvia
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia bourbon
  • 15 ml di farina di orzo
  • 1/4 di cup di farina di mandorle
  • 3/4 di cup di latte di mandorle
  • 4 fogli di colla di pesce
  • 70 ml di acqua
  • 1/2 cup di lamponi frullati
  • 1/2 cup di panna di cocco

Per decorare:

  • 1 cup di mirtilli
  • 3/4 di cup di lamponi

Tritare i biscotti digestive e amalgamarli con l’olio di cocco. Rivestire una teglia rotonda di circa 20 cm di diametro con carta forno e mettervi i biscotti, preoccupandosi di farli compattare bene e aderire al fondo e ai bordi fino a circa 3 cm. Mettere a riposare la base in frigo e preparare la crema.

In un pentolino mettere il tuorlo, la farina di mandorle, la farina di orzo, 8 cucchiaini di truvia e la vaniglia bourbon, aggiungere a filo il latte, mescolando per poi porre sul fuoco. Cuocere a fiamma bassa e fare addensare. Una volta pronta lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Nel frattempo preparare la gelatina, mettendo a mollo in acqua fredda i fogli di colla di pesce. Mentre i fogli si ammorbidiscono preparare uno sciroppo con 7 ml di acqua e 2 cucchiaini di truvia. Strizzare i fogli di colla di pesce, aggiungerli allo sciroppo e mescolare. Versare 4 cucchiai di questa gelatina alla crema precedentemente preparata, assicurandosi che sia ormai tiepida. Aggiungere alla crema 1/2 cup di lamponi frullati e mescolare.

Montare la panna di cocco con 2 cucchiaini di truvia e aggiungere anche questa alla crema. Mescolare bene e versare sulla base di biscotti. Coprire con pellicola e mettere a risposare per circa 2 ore in frigorifero. Nella gelatina rimasta intingere i frutti di bosco necessari per la decorazione, aggiungerli sulla base della cheesecake, decorando a proprio piacere, e rimettere in frigorifero per almeno un’altra ora, assicurandosi che la torta sia ben coperta con la pellicola.

Per una colazione completa integrate con verdura, 1/2 porzione di granaglie e 1/2 porzione di frutta.

Scarlett Klimt

Biscotti Digestive f3

IMG_20150718_173038

Oggi vi propongo di realizzare con me dei biscotti digestive fmd. Sono ottimi da consumare per colazione insieme ad una tazza di latte vegetale ma li ho trovati ancora migliori per realizzare la base di altri dolci. Le dosi che troverete sono per 5 colazioni:

  • 1 cup di fiocchi d’avena
  • 1/2 cup di farina d’orzo
  • 1/2 cup di farina di canapa
  • 75 ml di latte di cocco
  • 75 ml di olio di semi di girasole o olio evo
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1/2 cucchiaio di aceto bianco
  • 15 cucchiaini di truvia
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di cannella
  • Buccia grattugiata di un limone
  • 1 pizzico di vaniglia
  • 1 cucchiaio di cacao amaro

Tritare i fiocchi du avena e mischiarli alle farine. Aggiungere tutti gli ingredienti tranne il bicarbonato e l’aceto, e mescolare. In un bicchierino sciogliete insieme bicarbonato e aceto e aggiungeteli al composto. Impastare con le mani fino a che l’impasto non sia sufficientemente morbido. Avvolgerlo nella pellicola e lasciare riposare in frigo per circa mezz’ora. Passato il tempo posate l’impasto su un foglio di carta forno e utilizzate un mattarello per spianare la frolla. Con un coppapasta tagliare 20 biscotti e disporli su una leccarda leggermente distanziati. Cuocere a 180° per circa 10/12 minuti. Per una colazione completa integrate con verdura, frutta e proteine.

Scarlett Klimt