Archivio mensile:dicembre 2015

Panettone f3

Screenshot_2015-12-27-18-55-25-1[2].png

Il Natale è ormai passato, ma le feste non sono certo finite. E perché privarsi della gioia del panettone? Ho preparato per voi una versione fmd di questo dolce tradizionale, facendo del mio meglio per proporvi un’alternativa fmd che possiate gustare anche senza fare strappi. Anche se l’estetica non è delle migliori il sapore non mi ha lasciata insoddisfatta. Vi lascio le dosi per preparare un panettone sufficiente per 21 colazioni fmd:

Per il primo impasto:

  • 1 cup di farina di orzo
  • 10 gr di lievito di birra
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di xilitolo
  • 100 ml di acqua

Per il secondo impasto:

  • 1 cup di farina di segale
  • 2 uova intere
  • 5 gr di lievito
  • 80 gr di xilitolo
  • 4 cucchiai di burro di cocco
  • 100 ml di acqua

Per il terzo impasto:

  • 1/2 cup di farina di segale
  • 2 uova intere
  • 3 tuorli
  • 120 gr di xilitolo
  • 1 pizzico di sale
  • 7 cucchiai e 1/2 di burro di cocco
  • 120 gr di goccine di cacao crudo

Mettere in una ciotola 1 cup di farina di orzo e fare la fontana. Sciogliere 10 gr di lievito  e 1 cucchiaino di xilitolo in 100 ml di acqua tiepida e impastare fino ad ottenere un impasto elastico. Lasciare lievitare per circa 1 ora e, trascorso questo tempo, prendere il primo impasto, lavorarlo e aggiungere 1 cup di farina di segale, 2 uova, 5 gr di lievito e 100 ml di acqua. Impastare velocemente e dopo qualche minuto aggiungere 80 gr di xilitolo e 4 cucchiai di burro di cocco. Lavorare l’impasto fino ad amalgamare tutti gli ingredienti, lasciare lievitare per altre 3 ore. Dopo tre ore riprendere l’impasto e aggiungere 2 uova , 3 tuorli e 1/2 cup di farina di segale e impastare. Aggiungere 120 gr di xilitolo, 1 pizzico di sale, 7 cucchiai e 1/2 di burro di cocco e impastare per almeno 10 minuti. Unire all’impasto le goccine di cacao crudo, la buccia grattugiata di un limone e di un’arancia el’essenza di vaniglia. Amalgamare il tutto e mettere a lievitare per almeno 2 ore.

Dopo 8 ore versare l’impasto in uno stampo di carta da panettone e mettere a lievitare per circa 6 o 7 ore,  fino a quando non avrà raggiunto il bordo dello stampo. Praticare un taglio a croce sul panettone e nel centro inserirvi 1/2 cucchiaio di burro di cocco. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 45 minuti, mettendo sul fondo una ciotolina piena di acqua. Per un pasto completo integrare con frutta, verdura, proteine e una piccola porzione di grassi sani.

Screenshot_2015-12-27-18-56-50-1[1].png

Scarlett Klimt

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Cookies f3

Screenshot_2015-12-19-10-52-45-1.png

In clima di festa si sa, la voglia di condividere un buon dolce con la famiglia e gli amici aumenta. Per potermi gustare una dolce colazione con le mie figlie ho cercato di preparare dei biscotti adatti alle mie esigenze ma anche abbastanza buoni da non far storcere loro il naso. I protagonisti della ricetta di oggi sono i cookies, tipici biscotti americani che io ho deciso di preparare in versione fmd. Vi lascio le dosi per preparare 6 colazioni f3 (3 biscotti):

  • 1 cup farina di orzo
  • 1 cup farina di mandorle
  • 150 gr di xilitolo
  • 6 cucchiai di goccine di cacao crudo
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale
  • 1 uovo e 1 tuorlo
  • 1 cucchiaino di vaniglia bio
  • 6 cucchiai di burro di cocco

Montare il burro di cocco con lo xilitolo. Aggiungere vaniglia e l’uovo e mescolare, amalgamando subito dopo anche con l’altro tuorlo. In una ciotola mettere le farine, un pizzico di sale e il bicarbonato, aggiungendo a queste il composto ottenuto mischiando burro e uova. Aggiungere le goccine e impastare velocemente con le mani. Formare delle piccoli palline, appiattirle delicatamente tra le mani in modo da ottenere dei dischi e disporle su una leccarda rivestita con carta forno. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti. Lasciare raffreddare per gustarli al meglio. Per un pasto completo integrare verdura e frutta.

Scarlett Klimt

Minnulate f3

Screenshot_2015-12-15-20-28-09-1[1].png

Spesso i miei ricordi sono legati ai cibi e ai loro profumi. Ovviamente il periodo natalizio, essendo un periodo tradizionalmente dedicato alla famiglia mi riporta  alla mente la mia infanzia, trascorsa al fianco di mia nonna, avvolta dal profumo delle spezie, degli agrumi e del vino cotto. I preparativi per le feste iniziavano con abbondante anticipo, preparando mastazzoli, buccellati e minnulate, tutti dolci tipici della tradizione natalizia agrigentina. Per condividere con voi un po’ della gioia che questo periodo mi trasmette ho deciso di preparare per voi amici fmd le minnulate. Vi lascio le dosi per 6 colazioni:

  • 1 cup di mandorle
  • 1 cup di farina di orzo
  • 2 cucchiai di olio di cocco
  • 1 cucchiaino di lievito bio per dolci
  • acqua tiepida quanto basta
  • buccia grattugiata di 1 arancia
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1/2 cup di xilitolo
  • 1 cucchiaino di vaniglia bourbon
  • 1 cucchiaino di buccia d’arancia essiccata e macinata
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1/2 cucchiaino di chiodi di garofano

Frullare grossolanamente le mandorle e mettere in una ciotola insieme a tutti gli ingredienti tranne l’acqua. Mescolarli e aggiungere poca acqua, sufficiente per fare amalgamare gli ingredienti. Impastare velocemente per qualche minuto. Rivestire una leccarda con carta forno e formarvi dei mucchietti di impasto, ciascuno della grandezza di un cucchiaio. Cuocere a forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti, fino alla doratura dei biscotti. Sfornarli e lasciarli raffreddare prima di mangiarli. Per un pasto completo integrare con frutta, verdura e 1/6 di grassi( magari un cucchiaino di crema di nocciole).

Scarlett Klimt

Plumcake ai fiori di lavanda f3

Screenshot_2015-12-05-16-31-13-1[1]

Il weekend è per tutti un momento di relax. Finisce la settimana, niente lavoro e magari ci si può anche concedere il lusso di poltrire in pigiama sul divano. Questa settimana per godermi appieno la colazione del sabato ho deciso di gustarmi una bella tazza di caffè d’orzo, accompagnata da un dolce sfizioso, il plumcake ai fiori di lavanda. Trovo che questo dolce unisca in maniera davvero ben riuscita il sapore caldo e autunnale della zucca con quello fresco e primaverile dei fiori di lavanda. Se voleste provare anche voi questa ricetta vi lascio le dosi per 3 colazioni:

  • 400 gr di zucca
  • 3 uova
  • 1/2 cup di fiocchi d’avena
  • 1/6 di cup di farina di quinoa
  • 1/4 di cup di farina di mandorle
  • 1/4 di cup di farina di pistacchio e farina di cocco rapè
  • 3 cucchiai di olio di semi
  • 14 cucchiaini di truvia
  • 1/4 di cup di latte d’avena
  • 1 cucchiaio di fiori secchi di lavanda
  • 1 pizzico di sale
  • scorza grattugiata di 1 arancia
  • 2 cucchiaini di lievito bio per dolci o di cremor tartaro

Cuocere la zucca avvolgendola in un foglio di carta forno e rivestendo con un ulteriore strato di carta stagnola e cuocendo in forno a 150 per circa 40 minuti, fino a che non si sia ammorbidita. Una volta pronta frullarla. Frullare i fiocchi d’avena e montare le uova con la truvia. Unirvi la scorza dell’arancia, l’olio, le farine e il lievito setacciati, i fiocchi d’avena e i fiori di lavanda, mescolando con delicatezza. Aggiungere la polpa di zucca e continuare a mescolare. Versare in uno stampo da plumcake in silicone o rivestito con carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti. Passato questo tempo abbassare a 170° per 25 minuti. Controllare con uno stuzzicadenti la cottura del plumcake, sfornare e decorare a piacere. Integrare con la sola frutta.

Scarlett Klimt