Archivio mensile:agosto 2016

Torta quinoa, cocco e frutti di bosco

IMG-20160830-WA0035

Benché il caldo non accenni a diminuire, oggi avevo voglia di accendere il forno e preparare qualcosa di goloso per la colazione . Motivo per cui ho pensato di preparare una torta alla quinoa ,considerato che da tanto tempo non adoperavo la quinoa per preparare un dolce. Il risultato è stato soddisfacente, una buonissima e soffice torta, farcita con composta di frutti di bosco. Ecco le dosi per 6 colazioni .

Ingredienti per la torta:

  • 2 uova
  • 1 albume
  • 3/4 di cup di latte d’orzo
  • 90 ml di olio di cocco
  • 6 cucchiai di xilitolo
  • 1 cup di farina di quinoa
  • 3/4 di cup di cocco rapè
  • 1/4 di cup di farina di nocciole
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di vaniglia bio
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Ingredienti per la composta:

  • 3 cup di frutti di bosco
  • 3 cucchiai di xilitolo
  • succo di un limone
  • poca acqua

ingredienti per la copertura:

  • 1 cucchiaio e 1/2 di cocco rapè
  • 1/2 cup di mirtilli
  • 1 fico d’India

In una capiente terrina mettere le uova intere, l’albume, il sale, il latte vegetale,  l’olio e montare con una frusta. Aggiungere le polveri e continuare a montare. Fare schiumare in  un bicchiere il succo del limone e il bicarbonato  unendolo all’impasto e mescolare. Versare in una tortiera da 20 cm in silicone e cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa 30 minuti. Abbassare la temperatura del forno a 160° e cuocere per altri 30 minuti.Sfornare e fare raffreddare. In una pentola mettere i frutti di bosco e gli altri ingredienti per la composta, portare a bollore. Frullare  la frutta con un frullatore ad immersione e lasciare sobbollire per pochi minuti. Tagliare la torta in due strati , farcire con la composta e stenderne un velo sullo strato superiore della torta. Decorare con il cocco rapè e con i mirtilli.

Per una colazione completa integrare con verdura, 1/3 di frutta e 1/2 porzione di proteine.

Scarlett Klimt

Annunci

Camillino f3

IMG-20160812-WA0010[1]

Buongiorno amici. Non esiste niente che faccia pensare all’estate più dei gelati, per questo motivo voglio proporvene uno che ha accompagnato la mia infanzia e la mia adolescenza: il mitico Camillino. Ecco le dosi per 9 colazioni f3.

Ingredienti per i biscotti:

  • 1 cup e 1/2 di farina d’orzo integrale
  • 1/3 di cup di olio di cocco
  • 2 cucchiai di latte d’orzo
  • 1 uovo
  • 5 cucchiai di xilitolo
  • 2 cucchiaini di lievito bio
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di vaniglia
  • 1/8 di cup di cocco rapè
  • 1/8 di cup di farina di ceci

Ingredienti per la crema alla vaniglia:

  • 1 cup di latte di mandorla
  • 1 cucchiaio di arrowroot
  • 4 cucchiai di xilitolo
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia bourbon
  • 1 cup e 1/2 di latte di cocco( parte densa)

Mettere in un pentolino l’arrowroot, 2 cucchiai e 1/2 di  xilitolo e la vaniglia bourbon, versandovi a filo il latte di mandorla. Mescolare e portare a bollore, continuando a mescolare fino a quando la crema non si sarà addensata. Allontanare dal fuoco e fare raffreddare a temperatura ambiente.

Versare in una ciotola il latte di cocco  e il restante xilitolo e montarlo con una frusta elettrica. Aggiungere la panna di cocco alla crema,  mescolare con delicatezza e riporre in frigorifero.

In un  contenitore abbastanza capiente mettere tutti gli ingredienti per i biscotti e impastare. Stendere l’impasto tra due fogli di carta forno e servendosi di una formina ritagliare 18 biscotti. Adagiare i biscotti su una leccarda rivestita con carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 10 minuti. Sfornare i  biscotti  e  farli raffreddare. Togliere la crema dal frigorifero e metterla nella gelatiera, lasciando mantecare per circa 30 minuti.

Riempire con il gelato le formine utilizzate per tagliare i biscotti e riporre in congelatore per mezz’ora. Trascorso questo tempo sformare il gelato e porlo tra 2 biscotti, procedendo nello stesso modo fino ad ottenere 9 Camillini. Conservare in frigorifero i Camillini fino al momento di servirli.

Per un pasto completo integrare con proteine, verdure e frutta.

Scarlett Klimt

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cheesecake vegana alla lavanda f3

2016-08-05 10.46.57

In questo periodo, come vi avevo anticipato, vi proporrò ricette “fresche” che non necessitino di cottura o che la richiedano molto breve. La ricetta di oggi è una cheesecake vegana al profumo di lavanda, arricchita  da una gelèe  alle pesche gialle. Vi lascio le dosi per 6 colazioni f3.

Ingredienti per la base:

  • 1 cup e 1/2 di fiocchi d’avena
  • 6 cucchiai di olio di cocco
  • 2 cucchiai di acqua
  • 1/4 di cup di nocciole frullate grossolanamente
  • 1/4 di cup di farina di mandorle
  • 3 cucchiai di xilitolo
  • 3 cucchiaini di cacao amaro

Ingredienti per la crema:

  • 1 cup e 3/4 di latte di cocco
  • 2 cucchiai di xilitolo
  • 1 cucchiaino di agar
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • 1 cucchiaino di fiori di lavanda

Ingredienti per la gelèe:

  • 1 cucchiaio di semi di chia
  • 3 pesche gialle
  • 50 ml di acqua
  • 2 cucchiai di xilitolo
  • una puntina di zafferano

Per decorare  vi consiglio di usare 2 pesche bianche, tagliandole a spicchi.

Mettere in una ciotola i fiocchi d’avena , le nocciole frullate, la farina di mandorle, l’olio di cocco(lasciarne da parte 1 cucchiaino per ungere i bordi della tortiera), lo xilitolo e l’acqua e impastare il tutto.

Rivestire il fondo di una tortiera a cerniera del diametro di 22 cm con carta forno , ungerne i bordi con l’olio di cocco messo da parte e distribuirvi il composto avendo cura di  compattarlo con le mani. Riporre in frigorifero per almeno mezz’ora.

Nel frattempo mettere in un tegame lo xilitolo, i fiori di lavanda  e l’agar e versarvi a filo il latte di cocco, mescolando per fare sciogliere l’agar. Portare a bollore mescolando di tanto in tanto e lasciare sobbollire per circa 5 minuti. Fare raffreddare a temperatura ambiente e filtrare il latte di cocco.

Togliere la base della cheesecake dal frigorifero e versarvi la crema. Rimettere la torta in frigorifero. Tagliare le pesche a pezzetti e metterle in un frullatore insieme agli altri ingredienti e ridurli in purea. Mettere la gelèe in frigorifero per circa un’ora. Dopo un’ora togliere dal frigorifero la cheeesecake e la gelèe e distribuire quest’ultima sulla torta.

Conservare in frigorifero fino al momento di servirla. Per un pasto completo integrare con verdura e proteine.

Scarlett Klimt