Archivio mensile:settembre 2016

Brownies alla zucca e fichi d’India

20160923_220754.jpg

Con l’inizio dell’autunno mi è tornata  la voglia di preparare dolci con la zucca. Da tanto tempo non preparavo i brownies, che io adoro, per cui mi sono detta :”perché non tentare di preparare dei brownies alla zucca e farcirli con una composta di fichi d’India?” Non mi dilungo in chiacchiere e vi lascio le dosi per 3 colazioni F3.

Ingredienti per i brownies:

  • 1 cup e 1/4 di zucca cotta in forno
  • 1 cup di fagioli cannellini lessati
  • 1/2 cup di farina d’orzo integrale
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • 1 cucchiaio di olio di cocco
  • 1 uovo( i vegani possono sostituirlo con un gel ottenuto con 1 cucchiaio di semi di Chia , di psillio o di lino  e 4 cucchiai di acqua)
  • 2 cucchiaini di lievito bio
  • 1 pizzico di vaniglia
  • 1/2 cup di crema di nocciole
  • 5 cucchiai di xilitolo

Ingredienti per la composta di fichi d’ India:

  • 4 fichi d’India
  • 2 cucchiai di semi di Chia
  • 1 cucchiaino di xilitolo

Per decorare 12 lamponi e 1 fico d’India

Schiacciare la zucca cotta con una forchetta e metterla in una ciotola . Frullare i fagioli e unirli alla zucca. Aggiungere tutti gli ingredienti e mescolare con energia. Rivestire una teglia rettangolare 30×20 cm con carta forno e versarvi l’impasto. Cuocere in forno preriscaldato a 180 ° per circa 30 minuti, abbassare la temperatura a 160°per altri 30 minuti .Lasciare riposare nel forno spento per 2o minuti e poi sfornare. Fare raffreddare e tagliare 12 rettangoli.

Per preparare la composta, tagliare a pezzi i fichi d’India e frullarli. Passare la polpa al setaccio e metterla in un contenitore. Aggiungere i semi di Chia e lo xilitolo, mescolare e mettere in frigorifero per almeno 4 ore, affinché i semi rilascino il loro gel. Spalmare ogni brownies con la composta e accoppiarli a due a due. Ricoprire lo strato superiore dei dolcetti con altra composta e decorare  ogni brownie con un lampone e mezza fettina di fico d’India.

Per un pasto completo integrare con altra verdura

Scarlett Klimt

 

 

 

 

Annunci

Pancakes alla batata con burro di anacardi

Non vorrei essere monotona, ma voglio condividere una versione per onnivori e vegetariani della ricetta vegana degli Sweet potato pancakes, vi assicuro altrettanto buona. Per questi pancakes ho pensato ad una farcitura leggermente salata che potesse esaltare il dolce dei pancakes .Ecco le dosi per 2 colazioni f3.

Ingredienti per i pancakes:

  • 1/2 cup di fiocchi d’avena frullati
  • 1/2 batata cotta in forno e spellata
  • 2 uova
  • 1 cucchiaio di olio di cocco
  • 2 cucchiai di xilitolo
  • 1 cucchiaino di lievito bio
  • 1 pizzico di vaniglia
  • 1 cucchiaino di cannella
  • scorza grattugiata di 1/2 limone
  • 1 pizzico di sale
  • 1/4 di cup di latte di mandorle
  • 1 cucchiaino di olio di semi di girasole

Ingredienti per la farcitura:

  • 2 cucchiai di burro di anacardi
  • 1 cucchiaio di mandorle a lamelle
  • 7 anacardi

Separare i tuorli dagli albumi , montare i tuorli con lo xilitolo e aggiungere tutti gli ingredienti ad eccezione del cucchiaino di olio di semi di girasole e degli albumi. Mescolare con energia. Montare gli albumi a neve e aggiungerli alla pastella, mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto. Riscaldare un padellino antiaderente , ungerlo con il cucchiaino di olio di semi di girasole e versarvi 3 cucchiai colmi di pastella. Coprire con un coperchio e fare cuocere a fiamma bassa. Non appena il pancake assumerà un colore dorato e i bordi inizieranno a staccarsi, girarlo e fare dorare l’altro lato. Procedere allo stesso modo per gli altri pancakes. Spalmare i pancakes con 2 cucchiai di burro di anacardi e cospargere con mandorle a lamelle. Per ottenere il burro di anacardi ho frullato 1 cup di anacardi, li ho ridotti a farina, ho continuato a frullare per 30 secondi e ho aggiunto 50 ml di olio di semi di girasole, continuando a frullare per altri 30 secondi.

Per una colazione completa integrare frutta e verdura.

 

Scarlett Klimt

 

 

 

 

 

 

 

 

Crostini ai pomodori e olive con formaggio di okara

2016-09-15 22.12.10.png

Per il mio rientro dalla lunga pausa estiva ho deciso di preparare una colazione salata. Dopo aver preparato tante colazioni dolci avvertivo l’esigenza di un cambiamento. Si tratta di deliziosi e croccanti crostini che potrete accompagnare ad un formaggio crudista, oppure ad una frittatina , ad una farifrittata o ad altro. E’ una colazione adatta a tutti, onnivori, vegetariani e vegani. Se deciderete di preparare soltanto i crostini, avrete 5 colazioni da integrare con verdure, proteine, frutta e 1/2 porzione di grassi sani, se la accompagnerete al formaggio crudista otterrete 9 colazioni.

 

Ingredienti per i crostini

  • 1/2cup di fiocchi d’avena
  • 1 cucchiaio di arrowroot
  • 1 cucchiaio e 1/2 di olio evo
  • 5 pomodori secchi sott’olio
  • 1 cucchiaio di olive taggiasche sott’olio
  • 1/2 cup di farina di orzo integrale
  • 50 ml di acqua
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

Ingredienti per il formaggio di okara

  • 1 cup e 1/2 di okara di mandorle
  • 2 cucchiai di olio di cocco
  • 1 cup e 1/2 di lievito alimentare in scaglie
  • succo di 1/2 lime
  • succo e scorza grattugiata di 1/2 limone
  • sale q.b.
  • pepe o peperoncino q.b.
  • 2 steli spezzettati di erba cipollina

 

Scolare dall’olio i pomodori secchi e le olive, tamponando con carta assorbente e frullare  fino a  ridurli in crema . In un ampio contenitore mettere tutti gli ingredienti, tranne l’acqua che andrà aggiunta poco alla  volta. Impastare, aggiungendo a poco a poco tutta l’acqua, fino ad ottenere un impasto morbido. Formare un cilindro e avvolgere ben stretto con carta forno e carta stagnola. Mettere in congelatore per circa 1 ora, oppure in frigorifero per circa 3 ore. Trascorso questo tempo prelevare il cilindro, srotolarlo e tagliare a fette di circa 1/2 cm di spessore. Rivestire una leccarda con carta forno e cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 15/20 minuti. Dopo sfornare e fare raffreddare.

Per preparare il formaggio crudista di okara, mettere tutti gli ingredienti in una ciotola e impastarli con le mani. Versare il preparato in una fuscella da ricotta e conservare in frigorifero per almeno 24 ore. Questo formaggio ben si accompagna ai crostini ed è possibile mangiarlo anche agli spuntini, ma senza crostini.

Per una colazione completa integrare frutta, verdura, proteine e quasi 1/2 porzione di cereali.

 

Scarlett Klimt