Tutti gli articoli di scarlettklimt

Waffel alle noci con composta di prugne

20181125_192555

Dopo una lunghissima pausa, eccomi con una nuova ricetta. Amo i waffel e visto che non li preparavo da tempo, ho deciso che avrebbero fatto parte delle mie colazioni f3 della settimana . I waffel alle noci ricoperti dalla composta di prugne sono perfetti per la colazione. Soffici e profumati conquistareranno il vostro palato. Le dosi sono per tre colazioni.

Ingredienti per i waffel :

  • 3/4 di cup di fiocchi d’avena frullati
  • 1/4 cup di cocco rapè
  • 1/4 di cup di noci a pezzetti
  • 3 uova
  • 3 cucchiai di olio di semi di girasole
  • 100 ml di latte d’avena
  • 1 cucchiaino di cannella
  • La punta di un cucchiaino di vaniglia bourbon
  • 4 cucchiai di xilitolo o 10 bustine di stevia
  • 1 cucchiaino di cremor tartaro
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • Scorza grattugiata di un’arancia

Ingredienti per la composta:

  • 4 prugne
  • 100 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di xilitolo o 1 bustina di stevia
  • Il succo di 1/2 limone

Versate in una ciotola le uova ,lo xilitolo o la stevia e l’olio e frullate con una frusta elettrica fino a che otterrete un  composto gonfio e spumoso. Aggiungete tutti gli altri ingredienti, lasciando da parte le noci e continuate a frullare. Unite per ultime le noci e mescolate. Preriscaldate la piastra dei waffel e non appena sarà pronta versatevi 4o 5 cucchiai  del composto. Fate cuocere e proseguite allo stesso modo per gli altri waffel.  Nel frattempo preparate la composta mettendo in un pentolino le prugne tagliate a pezzettini, lo xilitolo, il succo del limone e l’acqua. Portate a bollore e frullate con il minipimer. Fate bollire per qualche minuto e fate raffreddare. Servite o vostri waffel con la composta di prugne.  Avrete una colazione completa a cui potrete aggiungere, per completare la porzione giornaliera di frutta, un frullato con verdure e mezza porzione di frutta.

 

 

 

Annunci

Crostatine con crema al pistacchio f3

Se la vostra voglia di dolce è così forte da spingervi a sfidare il caldo e accendere il forno ho la ricetta che fa al caso vostro: delle friabili e goduriose crostatine con crema al pistacchio, ricoperte da pezzetti di pistacchio di Bronte . Se come me amate il pistacchio in maniera esagerata, allora ne sarà valsa la pena. Purtroppo hanno un solo difetto con questi ingredienti potrete ottenere 6 crostatine,una per ogni colazione.

Ingredienti per la frolla:

  • 1 cup di fiocchi d’avena frullati
  • 1/4 di cup di cocco rapè
  • 3 cucchiai di olio di cocco
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • Scorza grattugiata di un limone
  • 2 cucchiai di xilitolo
  • 1 uovo

Ingredienti per la crema:

  • 4 tuorli
  • 1/3 di fiocchi d’avena frullati
  • 1 cup e 1/2 di latte d’avena o di mandorla
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • Scorza d’arancia essiccata e frullata
  • 4 cucchiai di xilitolo
  • 6 cucchiai di crema di pistacchio
  • 1/4 di cup di granella di pistacchio

Preparate la crema pasticcera mettendo in un pentolino i tuorli, lo xilitolo, la scorza d’arancia e la vaniglia e mescolate. Versatevi il latte a filo continuando a mescolare. Trasferite sul fuoco e portate ad ebollizione senza smettere di mescolare. Allontanate dal fuoco non appena la crema si sarà addensata . Fate raffreddare e unite  la crema di pistacchio.  Versate in una terrina i fiocchi d’avena e gli altri ingredienti della frolla e impastate velocemente. Stendere la frolla tra 2 fogli di carta forno . Ricoprite con la frolla 6 stampini da crostata in silicone e coprite ogni crostatatina con carta forno su cui adagerete una manciata di fagioli.. Cuocete in forno caldo a 170° per circa 15/20 minuti .Sfornate e fate raffreddare. Mettete la crema in una tasca da pasticcere con beccuccio tondo e farcite le crostatine. Spolverate sulle crostatine la granella di pistacchi.

È consigliabile integrare la colazione  con verdura e proteine

 

 

 

 

 

 

Falafel alle verdure

20180626_140555

Stanchi delle solite insalate o zuppe di legumi? Ecco una ricetta che farà al caso vostro. Potrete prepararla la sera prima e sarà perfetta per un pranzo al mare e in ufficio. Ottima da gustare sia calda che fredda. Quelle che vi propongo sono delle polpettine di fave secche, molto simili ai falafel. Per avere un pranzo o una cena f1 pressoché completa sarà sufficiente che con i falafel farciate un panino ,o una piadina, o anche delle semplici fette Wasa con queste polpettine e tanta insalata  e a  pranzo dovrete aggiungere anche la frutta.  Potrete gustarle anche in f3 utilizzando olio evo per la loro cottura e accompagnandole con una maionese al balsamico o con una maionese vegana all’avocado. Gli ingredienti sono per 4 pasti f1 .

Ingredienti

  • 2 cup di fave secche ammollate
  • 1 zucchina
  • 1 carota
  • 1 cucchiaino di paprika dolce
  • 1 cucchiaino  di cumino in polvere
  • 1/2 cipolla bianca
  • Prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio ( facoltativo)
  • La punta di un cucchiaino di semi di anice
  • Sale e pepe q.b

Dopo aver messo le fave secche in ammollo per almeno 12 ore, scolatele e asciugatele con uno strofinaccio da cucina. Versate la fave ormai asciutte in un frullatore , aggiungete tutti gli altri ingredienti e frullate. Dopo aver fatto riposare il composto per circa 30 minuti in frigorifero , prendetelo e formate delle polpettine che adagerete su una teglia rivestita con carta forno. Cuocete in forno preriscaldato a 200° per circa 25/30 minuti. Saranno pronte non appena saranno dorate da entrambi i lati.

 

Tortini bicolore con burro di mandorle e “panna”

20180622_212719

Dopo una lunga assenza dal mio blog, eccomi con una vecchia ricetta che fb mi ha fatto ricordare. Alla continua ricerca di novità non preparavo  questi tortini da parecchio tempo , per cui ho pensato di riproporlo seppur con qualche piccola modifica. Le dosi sono per 6 colazioni da integrare con 1/2 porzione di proteine e verdura.

Ingredienti per i tortini:

  • 1 cup farina di orzo
  • 1/2 cup farina integrale di mandorle
  • 14 bustine di stevia o 7 cucchiai di xilitolo
  • 3 cucchiai di olio di cocco o di olio di semi di girasole
  • 3 uova
  • 1/3 di cup di panna di cocco ( parte densa del latte di cocco)
  • 1/4 di cup di latte di mandorla o altro latte vegetale consentito
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • Succo è scorza grattugiata di 1/2 limone
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la farcitura:

  • 2 cucchiai di burro di mandorle
  • 1/8 di cup di “panna” di cocco

Versate in una ciotola le farine, 10 cucchiaini di stevia o 6 cucchiai di xilitolo e unite tutti gli altri ingredienti per preparare i tortini, lasciando da parte il cacao amaro. Aggiungete per ultimo il bicarbonato fatto schiumare con il succo del limone. Mescolate energicamente con un cucchiaio e versate metà dell’ impasto in 6 stampini monoporzione da plumcake o da muffin. Aggiungete all’altra metà di impasto il cacao amaro e 4 bustine di stevia oppure 1 cucchiaio di xilitolo  e amalgamate il tutto. Versate in ciascun stampino l’impasto al cacao. Cuocete in forno preriscaldato a 180°  modalità ventilato per circa 15 minuti . Abbassate la temperatura del forno  a 160°e fate cuocere per circa 10 minuti. Effettuate la prova stecchino prima di sfornarli. Estraete i tortini dal forno e fate raffreddare.  Al momento di servirli spalmate alcuni tortini con burro di mandorle e altri con “panna “di cocco.

 

 

 

 

 

Torta con crema ai frutti di bosco

20180412_235831

Iniziare la giornata con un’invitante fetta di torta ci fa riconciliare con il mondo. A tale scopo ho preparato una torta fresca e delicata con una crema ai frutti di bosco con dosi sufficienti per tre colazioni f3.

Ingredienti per la base:

  • 3 albumi
  • 1/2 cup di fiocchi d’avena frullati
  • 3 cucchiai di xilitolo
  • 2 cucchiai di arrowroot
  • Scorza grattugiata di un limone
  • 1/2 cup di latte d’avena
  • 1/2 cup scarsa di acqua
  • 3/4 di cup di cocco rapè
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • Succo di 1/2 limone
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la crema:

  • 3 tuorli
  • 3 cucchiai di xilitolo
  • 1 cup e 1/4 di latte d’avena
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • 1/4 di cup di fiocchi d’avena frullati
  • 1 cup e 1/2 di frutti di bosco
  • 2 fogli di gelatina

Per decorare:

  • 1/2 cup di frutti di bosco
  • 1 cucchiaino di xilitolo
  • 1 cucchiaio di acqua

Mettete in un pentolino i tuorli, lo xilitolo, la vaniglia e i fiocchi d’avena frullati e mescolate. Aggiungete a filo il latte continuando a mescolare e portate la crema a bollore. Fate addensare la crema senza smettere di mescolare. Fate ammorbidire i fogli di gelatina in acqua fredda e dopo averli strizzati uniteli alla crema facendoli sciogliere. Spegnete il fuoco e fate intiepidire. Frullate i frutti di bosco e versateli sulla crema mescolando per farli amalgamare. Nel frattempo preparate la base della torta versando in una terrina le polveri, mettendo da parte 1 cucchiaio di fiocchi d’avena frullati. Unite il latte e l’acqua e mescolate con una frusta. Unite il bicarbonato fatto schiumare con il limone e continuate a mescolare. Montate a neve gli albumi e unirli al composto mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto. Versare in uno stampo furbo da 20 cm, precedentemente unto con un cucchiaino di olio e un cucchiaio di fiocchi d’avena frullati. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti e a 160° per altri 10 minuti. Prima di sfornare effettuare la prova stecchino. Sfornare e fare raffreddare . Versate sulla torta la crema ai frutti di bosco . In un pentolino mettete i frutti di bosco, l’acqua e lo xilitolo e fate riscaldare per qualche minuto . Fate raffreddare la frutta e versatela sulla crema. Conservate la torta in frigorifero. Integrare con verdura in fase e con 1/3 di cup di frutta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pancake all’arancia con crema al cacao e composta di frutta f1

20180320_101221.jpgSembrerà un paradosso, ma sebbene in F1 siano previste abbondanti porzioni di cereali dopo qualche ora mi capita di avvertire un languore. Al contrario aggiungendo una piccola porzione di proteine il senso di sazietà dura più a lungo.  Considerando che in questa fase è consentito aggiungere un albume come condimento, ho optato per la preparazione di un pancake arricchito da una golosa crema al cacao e da una composta di frutti di bosco. Ecco le disi per 1 colazione f1.

Ingredienti per il pancake:

  • 1 albume
  • 1/8 di cup di latte d’avena
  • 1/6 di cup di fiocchi d’avena frullati
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • 2 cucchiaini di xilitolo
  • 2 cucchiaini di lievito bio
  • 1 cucchiaio di scorza d’arancia essiccata e frullata

Ingredienti per la crema:

  • 1 cup e 1/8 di latte d’avena
  • 1 cucchiaio e 1/2 di cacao crudo o di cacao amaro
  • 2 cucchiai di arrowroot
  • 1 cucchiaio e 1/2 di xilitolo
  • 1 cucchiaio di scorza d’arancia essiccata ( sostituibile con pari quantità di scorza fresca grattugiata )

Ingredienti per la composta:

  • 1 cup e 1/8 di frutti di bosco e di fragole
  • 1 cucchiaino di xilitolo
  • Succo di 1/2 limone

Versate in un pentolino  l’arrowroot  il cacao, la scorza d’arancia e lo xilitolo e aggiungete a filo il latte mescolando. Dopo aver aggiunto tutto il latte, accendere il fuoco e fate addensare la crema a fiamma dolce continuando a mescolare. Fare intiepidire la crema coprendo non la pellicola a filo.  In un altro pentolino unite tutti gli ingredienti della composta e portare a bollore . Frullate con un mixer ad immersione e rimettere sul fuoco per qualche minuto.Mettete tutti gli ingredienti per il pancake in una terrina e mescolate energicamente con un cucchiaio.  Riscaldate un padellino in pietra e versatevi il preparato. Coprite con un coperchio e girate il pancake non appena noterete che si formeranno delle bollicine in superficie e il pancake tenderà a staccarsi dai bordi. Fate dorare dall’altro lato e  non appena pronto mettetelo in un piattino. Spalmate sul pancake un  velo di composta e ricoprite con la crema al cacao. Versate sulla crema la restante composta. Per una colazione completa integrare con verdura.

 

 

 

Zuccotto ai frutti di bosco

20180323_090558.jpg A volte ritornano. Eccomi  con un dolce che ha ispirato l’inizio di questa avventura e che ho scelto come immagine del mio blog: lo zuccotto. Per questa preparazione ho utilizzato alcune girelle farcite con crema di mandorle,crema pasticcera e frutti di bosco, ricoperte con crema pasticcera e altri frutti di bosco.  Le fragole visibili nella foto hanno uno scopo puramente decorativo. Ecco le dosi per 6 colazioni f3.

Ingredienti per la pasta biscotto:

  • 3 uova intere
  • 3 albumi
  • 1/2 cup di farina d’orzo integrale
  • 1/2 cup farina di mandorle
  • 3 cucchiai di xilitolo
  • 1 cucchiaio di scorza d’arancia grattugiata
  • Un pizzico di vaniglia bio
  • 2 cucchiaini di lievito bio

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 2 cup di latte d’avena
  • 3 tuorli
  • 3 cucchiai di xilitolo
  • 1/3 di cup di farina d’orzo
  • 1 cucchiaio di scorza d’arancia essiccata e frullata
  • Un pizzico di vaniglia bio
  • 3 fogli di gelatina da 2 gr ciascuno

Ingredienti per la farcitura:

  • 6 cucchiai di crema di mandorle bianche
  • 1/4 di cup di granella di mandorle
  • 2 cup di frutti di bosco

In un ampio contenitore versate le uova , gli albumie lo xilitolo e montate con una frusta elettrica fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso . Unite le farine, la scorza d’arancia, la vaniglia e il lievito e mescolate con delicatezza per non sgonfiare il composto. Ricoprite con carta forno una leccarda e versatevi il composto.  Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 15 minuti. Sfornate, fate intiepidire e coprite con  un foglio di carta forno. Capovolgere la pasta biscotti e staccatela con delicatezza dalla carta forno. Avvolgete  con l’altro foglio di carta forno e racchiudetelo in uno strofinaccio da cucina fino al completo raffreddamento.  Nel frattempo preparate  la crema mettendo in un pentolino i 3 tuorli, lo xilitolo, la vaniglia e la scorza d’arancia e mescolate. Unite la farina d’orzo e mescolando aggiungete a filo il latte.Portate a bollore continuando a girare fino a quando la crema si sarà addensata. Mettete a bagno in acqua fredda i fogli di gelatina per qualche minuto, strizzateli e unitevi alla crema mescolando fino a farli sciogliere. Fate raffreddare la crema coprendo con la pellicola a filo. Srotolate la pasta biscotto e spalmatevi la crema di mandorle, ricoprite con parte della crema pasticcera, con la granella di mandorle e con qualche frutto di bosco. Arrotolate aiutandovi con il foglio di carta forno e chiudetelo con la carta stagnola. Mettete in frigorifero per almeno 30 minuti per rendere il rotolo più compatto. Trascorso questo tempo tagliate il rotolo a fette. Rivestite una ciotola del diametro di cm 20  con la pellicola e adagiatevi le girelle partendo dal fondo per poi proseguire sui lati. Ricoprite con la restante crema e con i frutti di bosco e chiudete il tutto con altre girelle. Sigillate con altra pellicole e proponete in frigorifero per alcune ore. È preferibile prepararlo la sera prima.  Dopo travasate sul piatto da portata lo zuccotto, liberatelo dalla pellicola e decorate a piacere. Per completare il pasto sarà sufficiente, ma non è indispensabile, aggiungere altra verdura.

Scarlett Klimt

 

 

 

 

 

 

 

Crema d’orzo alla cannella con frutta

Volendo offrirmi una piccola gratificazione per i risultati ottenuti con il passato ciclo fmd, ho deciso  di concedermi un piccolo dolcetto sacrificando la mia porzione di cereali per potere realizzare questa crema. Devo dire che ne è valsa la pena . Potrete gustare questa crema a colazione o a pranzo.Vi lascio le dosi per 2 pasti f1.

Ingredienti:

  • 1 cup d’orzo decorticato  lessato
  • 1 cup di latte d’avena
  • 1 bustina di zafferano
  • Scorza grattugiata di un’arancia
  • 1 cucchiaio di cannella
  • 1/2 cucchiaio di xilitolo
  • 1 cup di frutta mista: pesche sciroppate e lamponi

Mettete tutti gli ingredienti, ad eccezione della frutta, in un pentolino e portate ad ebollizione.  Fate bollire per qualche minuto fino a fare ridurre il latte. Frullate la crema e fate raffreddare.  Servite la crema  con fettine di pesca sciroppate e  qualche lampone.  Se desiderate gustare la crema come dessert dopo pranzo dovrete integrare con proteine e verdure, a colazione sarà sufficiente aggiungere le verdure e 1/2 porzione di frutta.

 

ScarlettKlimt

 

 

 

20180227_203848.jpg

Girelle ai carciofi

20180209_153409Credo che sia evidente a tutti la mia predilezione per le preparazioni dolci, ciò non significa che disdegni i piatti salati che sono fondamentali per i pranzi e le cene fmd. Come ho già detto mi piace iniziare  la giornata con una colazione “dolce”, capace di darmi la carica giusta, ma cerco di rendere molto appetibili anche gli altri pasti. A tal proposito ho preparato delle girelle salate con un goloso ripieno di carciofi e olive taggiasche. Ideale per i pranzi d’ asporto.  Non è necessario riscaldarle, essendo buone anche fredde.  Ecco le dosi per 3 pasti f3 . Affinché il pranzo sia completo dovrete integrare con la frutta. A cena le girelle non necessitano di alcuna integrazione.

Ingredienti per il rotolo:

  • 2 uova intere e 2 albumi
  • 1/4 di cup di farina di ceci
  • 300 gr di cavolfiore cotto a vapore
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • Sale e pepe q.b.
  • 4 steli di erba cipollina

Ingredienti per il ripieno:

  • 4 carciofi
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1/2 cipolla
  • Un pezzettino di porro
  • 12 olive taggiasche
  • Sale e pepe q.b.

Pulite i carciofi privandoli delle foglie esterne più dure. Tagliateli in 4 parti e  immergeteli  in acqua con succo di  limone per evitare che anneriscano. Vi consiglio di adoperare anche i gambi dei carciofi dopo averli privati della parte esterna più dura e dei filamenti. Tagliate sottilmente i cuori dei carciofi e i loro gambi e metteteli in una padella in pietra dove avrete fatto imbiondire il  battuto di cipolla e porro  con 2 cucchiai di olio evo. Aggiustate di  sale e pepe e fate cuocere a fiamma bassa, coprendo con un coperchio. Una volta cotti i carciofi spegnete e metteteli da parte. Nel frattempo preparate il rotolo, mettendo in una terrina le uova ,gli albumi, il sale e il pepe.  Con un frusta elettrica montate le uova . Aggiungete la farina di ceci setacciata, l’erba cipollina e il cavolfiore cotto a vapore  e schiacciato con una forchetta, dopo averlo condito con 1/2 cucchiaio di olio evo, il sale e il pepe. Mescolate il composto e versatelo su una leccarda rivestita con carta forno spennellata con il restante 1/2 cucchiaio di olio.  Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 25/30 minuti.  Sfornate e fate raffreddare.  Una volta freddo staccate il rotolo dalla carta forno rovesciandolo su un altro foglio di carta forno. Farcitelo con i carciofi e con le olive taggiasche. Arrotolatelo con delicatezza aiutandovi con la carta forno e fate riposare 10 minuti. Tagliate il rotolo a fette e riscaldate le girelle in forno per qualche minuto.

 

 

 

 

 

 

 

20180209_153114

Pasticcini alla crema e ai frutti di bosco.

20180126_151902

Non c’è niente di meglio per iniziare la giornata di una buona colazione a base di leccornie e, considerando che il fine settimana ci consente di potere utilizzare una più vasta gamma di ingredienti , indecisa tra il preparare una sbriciolata e un dolce al cucchiaio, mentre preparavo la crema pasticcera all’avena, ho avuto un flash. Mi sono chiesta :”perché non preparare dei deliziosi pasticcini tipo le paste della domenica?  ” L’idea si è concretizzata nei pasticcini alla crema e ai frutti di bosco. Le dosi di questa ricetta sono per 6 colazioni f3, da integrare con grassi ,verdura e circa 3/4 di cup di frutta ( per ogni colazione).

Ingredienti per il pasta biscotto :

  • 1/2 cup di farina d’orzo integrale
  • 1/3 di cup di xilitolo
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • 3 uova

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 1 cup e 1/4 di latte d’avena
  • 1/3 di cup di fiocchi d’avena frullati
  • 3 tuorli
  •  1 pizzico di vaniglia bio
  • 1 cucchiaino di scorza d’arancia essiccata e frullata
  • 4 cucchiaini di xilitolo
  • 1 pizzico di curcuma
  • 1 cup di frutti di bosco surgelati

 

Preparate la crema mettendo in un pentolino i 3 tuorli, lo xilitolo, la vaniglia, la scorza d’arancia, i fiocchi d’avena frullati e mescolate. Versate a filo tutto il latte e continuate a mescolare . Mettete il pentolino sul fuoco ,continuando a mescolare  fino a quando la crema si sarà addensata. Qualche minuto prima di spegnere il fuoco unite la curcuma. Travasate la crema in un contenitore ,  coprite con la pellicola e fate raffreddare.  Nel frattempo preparate la pasta biscotto. In un contenitore capiente montate a lungo le uova con lo xilitolo fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso . Aggiungete la farina setacciata e la vaniglia, mescolando con delicatezza . Rivestite con carta forno una teglia rettangolare da 30 cm × 15 cm e versatevi il composto livellandolo . Cuocete in forno preriscaldato  a 180°per circa 15 minuti. Sfornate e capolgetelo su un altro foglio di carta forno .Staccate con delicatezza la pasta biscotto e fate raffreddare. Quando si sarà raffreddata tagliate la pasta in 3 strisce e da ogni striscia ricavate 4 rettangolini. Dopo avere scongelato i frutti di bosco, versateli in un tegame  e fateli riscaldare qualche minuto sul fuoco. Fate raffreddare. Bagnate i 12 rettangoli con il succo rilasciato dai frutti di bosco.  Riempite una sac a poche con la crema e farcite  6 rettangoli . Mettete un cucchiaino di frutti di bosco in ogni dolcetto e  ricoprite con gli altri rettangoli che decorerete con la crema rimanente e i frutti di bosco. Riporre in frigorifero.