Archivi categoria: Senza categoria

Crostatine con crema al pistacchio f3

Se la vostra voglia di dolce è così forte da spingervi a sfidare il caldo e accendere il forno ho la ricetta che fa al caso vostro: delle friabili e goduriose crostatine con crema al pistacchio, ricoperte da pezzetti di pistacchio di Bronte . Se come me amate il pistacchio in maniera esagerata, allora ne sarà valsa la pena. Purtroppo hanno un solo difetto con questi ingredienti potrete ottenere 6 crostatine,una per ogni colazione.

Ingredienti per la frolla:

  • 1 cup di fiocchi d’avena frullati
  • 1/4 di cup di cocco rapè
  • 3 cucchiai di olio di cocco
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • Scorza grattugiata di un limone
  • 2 cucchiai di xilitolo
  • 1 uovo

Ingredienti per la crema:

  • 4 tuorli
  • 1/3 di fiocchi d’avena frullati
  • 1 cup e 1/2 di latte d’avena o di mandorla
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • Scorza d’arancia essiccata e frullata
  • 4 cucchiai di xilitolo
  • 6 cucchiai di crema di pistacchio
  • 1/4 di cup di granella di pistacchio

Preparate la crema pasticcera mettendo in un pentolino i tuorli, lo xilitolo, la scorza d’arancia e la vaniglia e mescolate. Versatevi il latte a filo continuando a mescolare. Trasferite sul fuoco e portate ad ebollizione senza smettere di mescolare. Allontanate dal fuoco non appena la crema si sarà addensata . Fate raffreddare e unite  la crema di pistacchio.  Versate in una terrina i fiocchi d’avena e gli altri ingredienti della frolla e impastate velocemente. Stendere la frolla tra 2 fogli di carta forno . Ricoprite con la frolla 6 stampini da crostata in silicone e coprite ogni crostatatina con carta forno su cui adagerete una manciata di fagioli.. Cuocete in forno caldo a 170° per circa 15/20 minuti .Sfornate e fate raffreddare. Mettete la crema in una tasca da pasticcere con beccuccio tondo e farcite le crostatine. Spolverate sulle crostatine la granella di pistacchi.

È consigliabile integrare la colazione  con verdura e proteine

 

 

 

 

 

 

Annunci

Tortini bicolore con burro di mandorle e “panna”

20180622_212719

Dopo una lunga assenza dal mio blog, eccomi con una vecchia ricetta che fb mi ha fatto ricordare. Alla continua ricerca di novità non preparavo  questi tortini da parecchio tempo , per cui ho pensato di riproporlo seppur con qualche piccola modifica. Le dosi sono per 6 colazioni da integrare con 1/2 porzione di proteine e verdura.

Ingredienti per i tortini:

  • 1 cup farina di orzo
  • 1/2 cup farina integrale di mandorle
  • 14 bustine di stevia o 7 cucchiai di xilitolo
  • 3 cucchiai di olio di cocco o di olio di semi di girasole
  • 3 uova
  • 1/3 di cup di panna di cocco ( parte densa del latte di cocco)
  • 1/4 di cup di latte di mandorla o altro latte vegetale consentito
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • Succo è scorza grattugiata di 1/2 limone
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la farcitura:

  • 2 cucchiai di burro di mandorle
  • 1/8 di cup di “panna” di cocco

Versate in una ciotola le farine, 10 cucchiaini di stevia o 6 cucchiai di xilitolo e unite tutti gli altri ingredienti per preparare i tortini, lasciando da parte il cacao amaro. Aggiungete per ultimo il bicarbonato fatto schiumare con il succo del limone. Mescolate energicamente con un cucchiaio e versate metà dell’ impasto in 6 stampini monoporzione da plumcake o da muffin. Aggiungete all’altra metà di impasto il cacao amaro e 4 bustine di stevia oppure 1 cucchiaio di xilitolo  e amalgamate il tutto. Versate in ciascun stampino l’impasto al cacao. Cuocete in forno preriscaldato a 180°  modalità ventilato per circa 15 minuti . Abbassate la temperatura del forno  a 160°e fate cuocere per circa 10 minuti. Effettuate la prova stecchino prima di sfornarli. Estraete i tortini dal forno e fate raffreddare.  Al momento di servirli spalmate alcuni tortini con burro di mandorle e altri con “panna “di cocco.

 

 

 

 

 

Torta con crema ai frutti di bosco

20180412_235831

Iniziare la giornata con un’invitante fetta di torta ci fa riconciliare con il mondo. A tale scopo ho preparato una torta fresca e delicata con una crema ai frutti di bosco con dosi sufficienti per tre colazioni f3.

Ingredienti per la base:

  • 3 albumi
  • 1/2 cup di fiocchi d’avena frullati
  • 3 cucchiai di xilitolo
  • 2 cucchiai di arrowroot
  • Scorza grattugiata di un limone
  • 1/2 cup di latte d’avena
  • 1/2 cup scarsa di acqua
  • 3/4 di cup di cocco rapè
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • Succo di 1/2 limone
  • 1 pizzico di sale

Ingredienti per la crema:

  • 3 tuorli
  • 3 cucchiai di xilitolo
  • 1 cup e 1/4 di latte d’avena
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • 1/4 di cup di fiocchi d’avena frullati
  • 1 cup e 1/2 di frutti di bosco
  • 2 fogli di gelatina

Per decorare:

  • 1/2 cup di frutti di bosco
  • 1 cucchiaino di xilitolo
  • 1 cucchiaio di acqua

Mettete in un pentolino i tuorli, lo xilitolo, la vaniglia e i fiocchi d’avena frullati e mescolate. Aggiungete a filo il latte continuando a mescolare e portate la crema a bollore. Fate addensare la crema senza smettere di mescolare. Fate ammorbidire i fogli di gelatina in acqua fredda e dopo averli strizzati uniteli alla crema facendoli sciogliere. Spegnete il fuoco e fate intiepidire. Frullate i frutti di bosco e versateli sulla crema mescolando per farli amalgamare. Nel frattempo preparate la base della torta versando in una terrina le polveri, mettendo da parte 1 cucchiaio di fiocchi d’avena frullati. Unite il latte e l’acqua e mescolate con una frusta. Unite il bicarbonato fatto schiumare con il limone e continuate a mescolare. Montate a neve gli albumi e unirli al composto mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto. Versare in uno stampo furbo da 20 cm, precedentemente unto con un cucchiaino di olio e un cucchiaio di fiocchi d’avena frullati. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per circa 20 minuti e a 160° per altri 10 minuti. Prima di sfornare effettuare la prova stecchino. Sfornare e fare raffreddare . Versate sulla torta la crema ai frutti di bosco . In un pentolino mettete i frutti di bosco, l’acqua e lo xilitolo e fate riscaldare per qualche minuto . Fate raffreddare la frutta e versatela sulla crema. Conservate la torta in frigorifero. Integrare con verdura in fase e con 1/3 di cup di frutta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pancake all’arancia con crema al cacao e composta di frutta f1

20180320_101221.jpgSembrerà un paradosso, ma sebbene in F1 siano previste abbondanti porzioni di cereali dopo qualche ora mi capita di avvertire un languore. Al contrario aggiungendo una piccola porzione di proteine il senso di sazietà dura più a lungo.  Considerando che in questa fase è consentito aggiungere un albume come condimento, ho optato per la preparazione di un pancake arricchito da una golosa crema al cacao e da una composta di frutti di bosco. Ecco le disi per 1 colazione f1.

Ingredienti per il pancake:

  • 1 albume
  • 1/8 di cup di latte d’avena
  • 1/6 di cup di fiocchi d’avena frullati
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • 2 cucchiaini di xilitolo
  • 2 cucchiaini di lievito bio
  • 1 cucchiaio di scorza d’arancia essiccata e frullata

Ingredienti per la crema:

  • 1 cup e 1/8 di latte d’avena
  • 1 cucchiaio e 1/2 di cacao crudo o di cacao amaro
  • 2 cucchiai di arrowroot
  • 1 cucchiaio e 1/2 di xilitolo
  • 1 cucchiaio di scorza d’arancia essiccata ( sostituibile con pari quantità di scorza fresca grattugiata )

Ingredienti per la composta:

  • 1 cup e 1/8 di frutti di bosco e di fragole
  • 1 cucchiaino di xilitolo
  • Succo di 1/2 limone

Versate in un pentolino  l’arrowroot  il cacao, la scorza d’arancia e lo xilitolo e aggiungete a filo il latte mescolando. Dopo aver aggiunto tutto il latte, accendere il fuoco e fate addensare la crema a fiamma dolce continuando a mescolare. Fare intiepidire la crema coprendo non la pellicola a filo.  In un altro pentolino unite tutti gli ingredienti della composta e portare a bollore . Frullate con un mixer ad immersione e rimettere sul fuoco per qualche minuto.Mettete tutti gli ingredienti per il pancake in una terrina e mescolate energicamente con un cucchiaio.  Riscaldate un padellino in pietra e versatevi il preparato. Coprite con un coperchio e girate il pancake non appena noterete che si formeranno delle bollicine in superficie e il pancake tenderà a staccarsi dai bordi. Fate dorare dall’altro lato e  non appena pronto mettetelo in un piattino. Spalmate sul pancake un  velo di composta e ricoprite con la crema al cacao. Versate sulla crema la restante composta. Per una colazione completa integrare con verdura.

 

 

 

Pasticcini alla crema e ai frutti di bosco.

20180126_151902

Non c’è niente di meglio per iniziare la giornata di una buona colazione a base di leccornie e, considerando che il fine settimana ci consente di potere utilizzare una più vasta gamma di ingredienti , indecisa tra il preparare una sbriciolata e un dolce al cucchiaio, mentre preparavo la crema pasticcera all’avena, ho avuto un flash. Mi sono chiesta :”perché non preparare dei deliziosi pasticcini tipo le paste della domenica?  ” L’idea si è concretizzata nei pasticcini alla crema e ai frutti di bosco. Le dosi di questa ricetta sono per 6 colazioni f3, da integrare con grassi ,verdura e circa 3/4 di cup di frutta ( per ogni colazione).

Ingredienti per il pasta biscotto :

  • 1/2 cup di farina d’orzo integrale
  • 1/3 di cup di xilitolo
  • 1 pizzico di vaniglia bio
  • 3 uova

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 1 cup e 1/4 di latte d’avena
  • 1/3 di cup di fiocchi d’avena frullati
  • 3 tuorli
  •  1 pizzico di vaniglia bio
  • 1 cucchiaino di scorza d’arancia essiccata e frullata
  • 4 cucchiaini di xilitolo
  • 1 pizzico di curcuma
  • 1 cup di frutti di bosco surgelati

 

Preparate la crema mettendo in un pentolino i 3 tuorli, lo xilitolo, la vaniglia, la scorza d’arancia, i fiocchi d’avena frullati e mescolate. Versate a filo tutto il latte e continuate a mescolare . Mettete il pentolino sul fuoco ,continuando a mescolare  fino a quando la crema si sarà addensata. Qualche minuto prima di spegnere il fuoco unite la curcuma. Travasate la crema in un contenitore ,  coprite con la pellicola e fate raffreddare.  Nel frattempo preparate la pasta biscotto. In un contenitore capiente montate a lungo le uova con lo xilitolo fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso . Aggiungete la farina setacciata e la vaniglia, mescolando con delicatezza . Rivestite con carta forno una teglia rettangolare da 30 cm × 15 cm e versatevi il composto livellandolo . Cuocete in forno preriscaldato  a 180°per circa 15 minuti. Sfornate e capolgetelo su un altro foglio di carta forno .Staccate con delicatezza la pasta biscotto e fate raffreddare. Quando si sarà raffreddata tagliate la pasta in 3 strisce e da ogni striscia ricavate 4 rettangolini. Dopo avere scongelato i frutti di bosco, versateli in un tegame  e fateli riscaldare qualche minuto sul fuoco. Fate raffreddare. Bagnate i 12 rettangoli con il succo rilasciato dai frutti di bosco.  Riempite una sac a poche con la crema e farcite  6 rettangoli . Mettete un cucchiaino di frutti di bosco in ogni dolcetto e  ricoprite con gli altri rettangoli che decorerete con la crema rimanente e i frutti di bosco. Riporre in frigorifero.

 

Torta di mele ACE

Pensate che sia impossibile realizzare un’ottima torta di mele f1? Lo pensavo pure io, finché non ho avuto l’intuizione giusta. Indecisa se scegliere di prepararmi un porridge con carote e mele o  un frullato ACE e latte d’avena, ho pensato di combinare  le due alternative. Ne è scaturita una torta profumata, molto alta e soffice e gustosissima: la torta di mele ACE.

Ingredienti:

  • 2 mele Golden e 1/2
  • 1/2 arancia
  • 2 carote
  • 1 cup di acqua
  • 1 cup di fiocchi d’avena frullati
  • 2 albumi
  • 6 cucchiaini e 1/2 di xilitolo
  • Scorza e succo di 1 limone
  • Scorza grattugiata di un’arancia
  • 2 cucchiaini di cannella
  • 6 cucchiaini e 1/2 di xilitolo
  • 1 cucchiaino di bicarbonato

Sbucciate e private del torsolo una mela. Spolveratela con un cucchiaino di cannella e cuocete  in forno preriscaldato a 200°, finché sarà diventata morbida, all’incirca 30 minuti. Sfornate , schiacciatene la polpa con una forchetta e fatela raffreddare. Nel frattempo preparate un frullato con le carote, 1/2 arancia, 1/2 mela e 1 cup di acqua e tenetelo da parte. Mettete in una terrina i fiocchi d’avena frullati, la scorza degli agrumi , la purea ottenuta della mela cotta in forno ,6 cucchiaini di  xilitolo e 1 cucchiaino di cannella. Sbicciate una mela ,tagliatela a dadini e spruzzate con il succo di limone.Sbucciate  la 1/2 mela restante e taglietela a fettine e  irroratela  con il succo del limone. Aggiungete nella terrina con i fiocchi d’avena la mela tagliata a dadini, il frullato e il bicarbonato fatto schiumare con il succo di 1/2 limone e  mescolate. Montate a neve gli albumi e uniteli agli altri ingredienti, mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto. Versate in una tortiera da 20 cm di diametro, rivestita di carta forno e cuocete in forno preriscaldato a 170° per circa 50 minuti. Prima di sfornate effettuate la prova stecchino per verificare che sia asciutta. Sfornate e fate raffreddare completamente prima di sformarla.  Per 3 colazioni  F1 da integrare con verdura e 1/6 di cup di cereali per ogni colazione. 20180115_205440

 

 

Pane alla zucca e noci

20171020_192958.jpgRischio di diventare noiosa,lo so, ma amo troppo la zucca . Non ho resistito e ho preparato una nuova ricetta con questo versatile ortaggio. Si tratta di una pagnotta di farro integrale a lievitazione naturale con polpa di zucca e gherigli di noci a pezzetti. È una ricetta f4, facilmente trasformabile in f3 sostituendo la farina di farro integrale con farina d’orzo integrale, oppure con orzo integrale e segale. La porzione consentita è una fetta di pane, ma considerando la quantità di zucca si potrebbe arrivare ad una fetta e mezzo

Ingredienti:

  •  600 gr di farina
  • 100 gr di lievito madre liquido
  • 250 gr di purea di zucca( cotta in forno e schiacciata con una forchetta)
  • 165 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1/3 di cup di noci a pezzetti

Per prima cosa rinfrescate il lievito madre (100 gr di licoli, 100 gr di farina e 130 gr di acqua) , copritelo con la pellicola e bucherellatela.  Fate riposare il licoli in forno spento per circa 6-7 ore.  In un capiente contenitore, preferibilmente in vetro, mettete 500 gr di farina( lasciandone da parte 100 gr) e tutti gli altri ingredienti ad eccezione del sale e impastate. Dopo qualche minuto aggiungete il sale e lavoratelo ancora. Formate una palla su cui praticherete il taglio a croce e spolverate con parte della farina messa da parte. Coprite con la pellicola per alimenti e lasciate lievitare in forno spento per circa 7-8 ore. Trascorso questo tempo, riprendete l’impasto, cospargetelo con altra farina e fate le pieghe, fate riposare coprendo con un canovaccio per circa un’ora. Riprendete di nuovo l’impasto, aggiungete la farina rimasta e date la forma al pane. Lasciate riposare coperto per un’altra ora. Dopo un”ora riprendete l’impasto e adagiatele su una leccarda rivestita con carta forno. Cuocete in forno preriscaldato a 230° per circa 20 minuti, abbassate la temperatura a 200° e fate cuocere per 30 minuti, infine abbassatela a 180° e terminate la cottura. Occorreranno circa 20 minuti.

Dovrete integrare con altra verdura, proteine ed eventualmente  ( se decideste di sostituire la farina e mangiarlo alla cena f3) grassi.

Scarlett Klimt

 

 

 

 

 

 

 

20171020_192235.jpg

Torta alle carote e cocco alla crema di pistacchio

20170722_205611.jpg

Dopo la lunga pausa estiva, dovuta all’eccessivo caldo e agli impegni familiari, ritorno adi occuparmi del blog con una ricetta preparata circa un mese addietro, la torta carote e cocco alla crema di pistacchio. È una sofficissima e gustosa torta con le carote , con un delicato sentore di cocco. Facilissima da preparare anche se richiede una cottura prolungata in forno, tuttavia l’abbassamento della temperatura rende l’inconveniente più  facile da superare. Le dosi sono per 6 colazioni f3.

  • 6 uova
  • 4 carote
  • 3/4 di cup di farina di cocco
  • 3/4 di cup di farina d’orzo integrale
  • 1/2 cup di fiocchi d’avena frullati
  • 1/3 di cup di acqua
  • 1/3 di cup di latte d’avena
  • 1/3 di cup di xilitolo
  • 1/8 di cup di burro o crema di pistacchio
  • 1/2 cup di olio di semi di cocco
  • 1 cucchiaino da tea di bicarbonato
  • Succo e scorza di 1 limone
  • 1/8 di cup di mandorle a lamelle

Sbucciate le carote e tagliarle a pezzetti. Frullate le carote , aggiungete l’olio , le uova intere e lo xilitolo e continuate a frullare. Unite le farine, il latte , l’acqua e per ultimi la scorza di limone e il bicarbonato fatto schiuiumare con il succo del limone e mescolate con una frusta per amalgamare bene gli ingredienti. Versate il composto in uno stampo in silicone e cuocete in forno preriscaldato a 180 °per circa 35 minuti. Trascorso questo tempo abbassate la temperatura a 160° e lasciate cuocere per altri 40 minuti, coprendo eventualmente con carta forno se la superficie tendesse a scurire troppo. Prima di sfornare la torta vi consiglio di effettuare la prova stecchino per essere sicuri che la torta non sia troppo umida. Nell’eventualità in cui  fosse ancora umida, lasciarla in forno per altri 10-15 minuti. Una volta pronta, sfornare la torta e lasciarla raffreddare completamente prima di sformare Sformate la torta ,ricopritela con la  crema di pistacchio e decorate con le mandorle a lamelle.  Per una colazione completa integrare con altra verdura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cheesecake alla crema di cocco e gelée alla frutta f3

Non sono mai stata golosa di cibi dolci, anche se mi è sempre piaciuto prepararli. Perfino la frutta non deve essere matura, proprio perché non amo i cibi eccessivamente dolci. Le mie preferenze sono sempre state per i cibi salati, in particolare per i lievitati. Invece da circa tre anni e mezzo, quasi tutte le mie colazioni sono dolci. Soltanto la colazione dolce riesce a darmi la carica giusta per affrontare la giornata. Considerato l’eccessivo caldo di questi giorni, non avevo nessuna voglia di accendere il forno, per cui la mia scelta oscillava tra un semifreddo e una cheesecake, scelta non facile per una come me perennemente indecisa. Alla fine nella scelta ha avuto la meglio la cheesecake e devo ammettere di non esserne pentita. Ecco le dosi per due colazioni f3.

Ingredienti per la base:

  • 4 fette croccanti simil Wasa
  • 1/4 di cup di nocciole con lieve tostatura casalinga
  • 1 cucchiaio di xilitolo
  • 1 cucchiaio di olio di cocco

Ingredienti per la crema:

  • 1 cup e 1/4 di latte d’avena
  • 1/6 di farina di cocco( non cocco rapè)
  • 2 uova
  • 2 fogli di colla di pesce
  • 2 cucchiai di xilitolo
  • un pizzico di vaniglia bio

Ingredienti per la gelée:

  • 1 cup di prugne e lamponi
  • succo e scorza grattugiata di un limone
  • 3 cucchiai di acqua
  • 2 cucchiaini di xilitolo
  • 1 foglio di colla di pesce

20170715_213727.jpg

Mettete nel frullatore le fette croccanti spezzettate e le nocciole e frullate alla massima potenza fino ad ottenere un composto farinoso. Travasate  in una ciotola  e aggiungete l’olio e lo xilitolo . Riempite con il composto ottenuto il fondo di due bicchieri , compattatelo con il dorso di un cucchiaino e trasferite i bicchieri in frigorifero. Sgusciate le uova in un pentolino , unite la farina di cocco, la vaniglia e lo xilitolo e sbattete con una frusta. Aggiungete a poco a poco tutto il latte, continuando a mescolare con la frusta fino a quando la crema si addenserà. Nel frattempo mettete ad ammorbidire  in acqua fredda  i fogli di gelatina. Strizzate la gelatina e aggiungetela alla crema. Mescolate velocemente per fare sciogliere la gelatina. Versate la crema in una terrina e mettetela a raffreddare sopra una terrina più grande piena di ghiaccio. Quando la crema si sarà raffreddata, togliete i bicchieri dal frigorifero e versate la crema sulla basi delle cheesecake. Riponete i bicchieri in frigorifero per almeno 40 minuti. In un pentolino versate tutti gli ingredienti per la gelée , ad eccezione del foglio di gelatina, che metterete ad ammorbidire in una ciotola con acqua fredda. Portate la composta a bollore, allontanate dal fuoco e frullate con il minipimer. Rimettete la composta sul fuoco e unirvi la gelatina strizzata. Fate sciogliere, continuando a mescolare. Fate intiepidire a temperatura ambiente e poi in frigorifero per circa 30 minuti. Versate la gelée sulla crema e conservate in frigorifero. Per una colazione completa integrare con verdura e 1/2 porzione di frutta.

 

Scarlett klimt

 

 

Insalata russa

20170629_202115.jpg

Solitamente il giovedì sera è dedicato alla pubblicazione del dolce f3, ma questa volta non sarà così. Il piatto che mi accingo a condividere è un contorno classico, particolarmente adatto alla stagione estiva. L’insalata russa può diventare un delizioso piatto freddo completo, se lo accompagnerete al tonno sott’olio , ai gamberetti, o alle uova sode. Invece i vegetariani  potranno aggiungere, o le uova sode, oppure i ceci lessati. Potrete consumarla indifferentemente a pranzo, o a cena. Nel caso in cui decidiate di mangiarla al pranzo, dovrete integrare il vostro pasto con proteine e frutta, invece a cena dovrete integrare soltanto le proteine. Ecco le dosi per 2 pasti f3.

Ingredienti:

  • 5 carote
  • 200 gr di fagiolini
  • 1 zucchina
  • 1 falda di peperone rosso
  • 4 cucchiai di maionese al balsamico( potrete trovare la ricetta nella mia pagina fb)
  • sale e pepe q.b.

Sbucciate le carote e tagliatele a dadini. Tagliate a dadini pure le altre verdure. Lessate le carote fino a quando diventeranno morbide e scolarle. Fate cuocere le altre verdure in acqua bollente per circa 3 minuti, dovranno restare croccanti. Scolare le verdure e farle raffreddare. Regolate il sale e il pepe,  condite le verdure con la maionese e mescolate. conservate in frigorifero fino al momento di servirla.