Archivi categoria: snack

Gelato al cioccolato f2

2016-06-18 10.28.04.png

 Chi mi segue su facebook ormai avrà capito che la f2 è il mio personale nemico, soprattutto quando il caldo si fà sentire. Per sconfiggere il fastidio generato da pasti sempre uguali e dalla grande quantità di proteine a colazione, oggi ho deciso di proporvi un gelato perfetto per questa fase. Potrete gustarlo in qualsiasi momento della giornata, ma io vi indicherò le dosi per 1 colazione e  1 spuntino.

  • 1 cucchiaio colmo di cacao amaro
  • 4 cucchiai di xilitolo
  • 4 albumi
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cup di acqua
  • 80 ml di acqua

Mettere in un bicchiere il cacao insieme ad un cucchiaio di xilitolo e versarvi a filo 80 ml di acqua bollente. Mescolare per fare sciogliere i grumi e mettere in frigo per circa un’ora.

Preparare uno sciroppo mettendo in un pentolino 1 cup di acqua e 3 cucchiai di xilitolo.Portare a bollore, facendo cuocere lo sciroppo fino a che non si siano formate delle grosse bolle. Spegnere e fare intiepidire

Montare gli albumi con un pizzico di sale e versarvi a filo lo sciroppo ormai tiepido, continuando a montare. Aggiungere la cioccolata fmd e continuare a montare con la frusta elettrica.

Versare il composto in una gelatiera e mantecare per circa 30 minuti. Per chi non avesse la gelatiera travasare il composto in un contenitore e riporre in congelatore per circa 3 ore, avendo l’accortezza di mantecare ogni 30 minuti. Togliere dal congelatore circa 20 minuti prima di mangiarlo.

Per un pasto completo integrare con sole verdure.

Scarlett Klimt

Annunci

Pastine alle nocciole f3

2016-06-11_19.45.26[1].png

Oggi ho pensato di proporvi una ricetta molto facile da preparare, perfetta per uno snack veloce fuori casa da condividere anche con gli amici. Vi lascio la ricetta di queste pastine alla nocciola, ideali come spuntino ma adattabili anche per la colazione. Ecco le dosi per prepare 8 spuntini

  • 4 albumi
  • 3/4 di cup di nocciole
  • 1/4 di cup di cocco rapè
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 1 cucchiaino di buccia di arancia essiccata e frullata
  • 1 puntina di vaniglia bio
  • 1 pizzico di sale
  • zenzerio grattugiato

Riscaldare in forno le nocciole per qualche minuto in modo da tostarle leggermente e frullarle fino ad ottenere una farina. Mettere in una ciotola gli albumi insieme ad un pizzico di sale e montare a neve ferma.

Aggiungere agli albumi il cocco rapè, la farina di nocciole e tutti gli altri ingredienti, mescolando con delicatezza dal basso verso alto per non smontare gli albumi.

Rivestire una leccarda con carta forno e versare l’impasto in una sac a poche con beccuccio a stella. Formare sulla leccarda le pastine e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 10 minuti. Passato questo tempo abbassare a 160° e cuocere per altri 10 minuti.Sfornare e lasciare raffreddare. Si tratta di uno snack completo, che potrete accompagnare a vostro piacere con delle verdure.

Scarlett Klimt

Plumcake al cavolo rosso f2

Screenshot_2016-01-13-15-36-14-1[1].png

So benissimo che la f2 è difficile per tutti, motivo per cui cerco sempre di impegnarmi al massimo nel trovare soluzioni che la possano rendere più gradevole. La mia proposta di oggi è un plumcake di cavolo rosso, glassato con cioccolata fmd. Vi lascio le dosi per preparare 2 colazioni. Chi volesse usarlo per gli spuntini potrebbe facilmente ridurre le porzioni.

  • 1/2 cavolo rosso
  • 1 stecca di cannella
  • 1 bacca di vaniglia
  • 1 anice stellato
  • 3 cucchiai di orzo in polvere
  • 2 cucchiai di cacao
  • 1 cucchiaio di farina di carrube
  • 1 cucchiaino di vaniglia bio
  • buccia grattugiata di 1 arancia
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 6 albumi
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di pepe
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere
  • la punta di 1 cucchiaino di bicarbonato
  • succo di 1/2 limone
  • 5 cucchiai di xilitolo

Tagliare il cavolo rosso a pezzetti, farlo cuocere in abbondante acqua bollente, insieme alla stecca di cannella, la bacca di vaniglia e l’anice stellato. Scolarlo bene e lasciare raffreddare. Frullarlo e aggiungere orzo in polvere, la farina di carrube, il cacao, la vaniglia, la buccia grattugiata degli agrumi, sale, pepe e cannella e amalgamare. Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale e aggiungerli al composto, mescolando delicatamente dal basso verso l’alto. Rivestire uno stampo per plumcake con carta forno (in alternativa usare uno stampo in silicone) e travasarvi il composto. Livellarlo e cuocere in forno preriscaldato a 180° per 20 minuti. Passato questo tempo abbassare la temperatura a 160° e cuocere per altri 25 minuti. una volta sfornato e fatto raffreddare glassare con cioccolata fmd(2 cucchiai di cacao amaro, 1 cucchiaio di xilitolo, acqua bollente). Questa ricetta non necessita di nessuna integrazione, ma vi consiglio di gustarvela accompagnata da una tazza di orzo.

Scarlett Klimt

Crema di tofu f2

Screenshot_2015-10-29-23-33-27-1[1]

Per aiutarvi nei difficili giorni di f2 ho pronta per voi una nuova ricetta! Si tratta della crema di tofu al cacao variegata al cioccolato fmd, molto facile da preparare e perfetta per chi non riesce a rinunciare alla colazione dolce, nemmeno in f2. Vi lascio le dosi per preparare 2 colazioni e 4 spuntini f2:

  • 300 gr di tofu al naturale
  • 200 gr di tofu silk
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • buccia grattugiata di 1 limone
  • 2 cucchiai di acqua
  • 9 cucchiaini di truvia
  • cioccolata fmd

Lessare il tofu naturale tagliato a cubetti per circa 10 minuti, scolare e metterlo nel robot, insieme al tofu silk e a tutti gli altri ingredienti esclusa la cioccolata fmd. Frullare alla massima velocità per circa 20 secondi. Mescolare con una spatola e frullare nuovamente per altri 12 secondi. Mettere la crema in un pentolino e portare a bollore, continuando a mescolare. Fare raffreddare a temperatura ambiente, versarla in delle coppette e riporre in frigo. Io ho scelto di prepararla la sera per avere la colazione già pronta appena sveglia, cosa che vi consiglio. Appena prima di mangiarla variegare con cioccolata fmd. Per un pasto completo integrare con verdure.

Naturalmente questa ricetta è indirizzata a vegetariani e vegani e a coloro che, avendo fatto più cicli completi vogliano introdurre dei nuovi alimenti, controllando che non causino rallentamenti di peso, cosa che nel mio caso non è avvenuta. Suggerirei di provare ad introdurre il tofu, controllando la reazione del proprio metabolismo.

Scarlett Klimt

Barrette f2

Screenshot_2015-10-07-22-00-14-1[1]

Si, avete letto bene, si tratta proprio da barrette f2. Ho pronta per voi un altro trucco per superare indenni la f2. Questa ricetta è solo per vegetariani o per chi, avendo fatto tanti cicli corretti, voglia introdurre qualche nuovo alimento. Personalmente ho avuto modo di constatare che il tofu non rallenta in nessun modo la mia perdita di peso. Scoprirete che queste barrette molto facili da preparare e ideali per un veloce spuntino. Le dosi che troverete sono per 2 colazioni e 4 spuntini:

  • 300 gr di tofu al naturale
  • 3 albumi
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 1 cucchiaio di orzo in polvere
  • 2 cucchiaini di misto spezie(cannella, chiodi di garofano, zenzero e noce moscata)
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 11 cucchiaini di truvia
  • 2 cucchiaini di cacao amaro per decorare

Tagliare il tofu a cubetti e farlo bollire per circa 10 minuti. Ancora caldo metterlo nel frullatore insieme a tutti gli altri ingredienti. Frullare per 25 secondi alla massima velocità. Travasare in uno stampo da plum cake rivestito da carta forno o in stampini rettangolari più piccoli. Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti, assicurandosi che si sia formata una crosticina dorata. Spolverare con il cacao amaro per renderle più gustose. Per un pasto completo integrare con verdure.

Scarlett Klimt

Pumpkin spice latte f3

IMG-20150924-WA0000[1]

L’autunno è ormai alle porte e ho pensato di preparare per voi una bevanda che vi farà percepire in pieno l’atmosfera di questa bellissima stagione. I nostalgici di Starbucks ameranno sicuramente questa ricetta, dolce e speziata al punto giusto, il cui sapore fa venire in mente i caldi colori dell’autunno. Vi lascio le dosi per preparare 1 colazione o 1 spuntino:

  • 3/4 di cup di latte di mandorle non zuccherato
  • 2 cucchiaini di spezie miste(cannella, noce moscata, chiodi di garofano e zenzero)
  • 75 gr di polpa di zucca
  • 1 cucchiaio e 1/2 della parte densa del latte di cocco
  • 1 tazzina di caffè d’orzo
  • 2 cucchiaini di truvia
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia bourbon
  • 1 pizzico di cannella( per spolverare)

Cuocere la zucca in forno a 150°, avvolgendola nella carta stagnola. Una volta cotta fino a diventare morbida, frullarla fino ad ottenere una crema. Montare la parte densa del latte di cocco insieme ad un cucchiaino di truvia e lasciarla a raffreddare in frigo. Riscaldare il latte con 1 cucchiaino di truvia, le spezie e la vaniglia, portandolo a bollore. Spegnere il fuoco e lasciare riposare qualche minuto in modo che le spezie insaporiscano il latte. Preparare il caffè d’orzo e mischiarlo al latte aromatizzato. Aggiungere la purea di zucca e rimettere sul fuoco per qualche minuto. Spegnere, versare in un boccale e adagiarvi sopra la panna di cocco ottenuta. Spolverare con cannella e decorare a proprio piacere. Per una colazione completa integrare con proteine, granaglie e frutta. Se sceglieste di concedervela come spuntino potrete aggiungere proteine.

Scarlett Klimt

Muffin di risino f2

IMG_20150901_212058

Chi di voi almeno una volta ha cercato di farsi coraggio ripetendo nella propria testa: “f2 non ti temo? Di sicuro questa frase è diventata il mio mantra ogni volta che sono riuscita a realizzare per la f2 qualcosa di appetitoso. Oggi è il turno dei muffin di risino al cacao, perfetti per ogni pasto ma particolarmente indicati per la colazione o gli spuntini. Vi lascio le dosi per preparare 2 colazioni f2.

  • 6 albumi
  • 100 gr di risino di shirataki secco
  • 2 cucchiai di cacao amaro
  • 2 cucchiai di orzo
  • Buccia grattugiata di 1 limone
  • 3 gocce di olio essenziale di arancia(va bene anche la buccia grattugiata di 1 arancia)
  • 2 cicchiaini di lievito per dolci bio o di crenor tartaro
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia
  • 1 pizzico di sale
  • 10 cucchiaini di truvia

Cuocere il risino seguendo le istruzioni della confezione, risciacquarlo sotto l’acqua corrente e lasciarlo raffreddare. Una volta freddo frullarlo insieme a tutti gli altri ingredienti fino ad ottenere un composto omogeneo, aggiungendo qualche cucchiaio di acqua se necessario. Versare in 6 pirottini e cuocere a 180° per 12 minuti . Passato questo tempo abbassare la tenperatura a 160° e lasciar cuocere per 8 minuti. Per un pasto completo integrare le verdure.

Scarlett Klimt

Gelato menta e cioccolato f2

IMG_20150723_082145

Amici vegetariani e vegani oggi ho pensato ad una ricetta per voi. Ho preparato dei gelati di tofu cioccolato e menta. Vi lascio le dosi per 2 colazioni d 2 spuntini f2:

  • 360 gr di tofu
  • 1 cup di acqua
  • 50 foglie di menta
  • 50 gr di xilitolo
  • 2 cucchiaino di truvia
  • cioccolata fmd

Preparare uno sciroppo mettendo in un pentolino mettere 1 cup di acqua, le foglie di menta e 50 gr di xilitolo. Portare a bollore, fino a che il contenuto non si restringa a meno della metà. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente e nel frattempo lessare il tofu tagliato a cubetti per circa 10 minuti. Scolare e lasciare raffreddare. Mettere il tofu nel robot insieme allo sciroppo ottenuto(comprese le foglie di menta) e a due cucchiaini di truvia. Frullare tutto alla massima velocità per circa 35 secondi. Versare negli stampini e mettere in congelatore per circa 3 ore. Trascorso questo tempo ricoprire con cioccolata fmd e rinettere in congelatore per circa un’ora. Decorate a vostro piacere e gustatevi un ottimo gelato anche in f2. Per un pasto completo integrate con la porzione di verdura.

IMG_20150722_214416

Hello, my vegetarians and vegans friends. Tiday I tiught about a recipe for you. I prepared some tofu’s ice creams with chocolate and mint. I will leave you the doses for 2 breakfast in phase 2:

  • 360 gr of tofu
  • 1 cup of water
  • 50 leaves of mint
  • 50 gr of xylitol
  • 2 teaspoons of truvia
  • Fmd chocolate

Make a syrup by putting in a saucepan 1 cup of water, the leaves of mint and 50 gr of xylitol. Boil until the content does not shrink to less than half.let it cool off at room temperature and in the meantime cut the tofu into little cubes and stew it for about 10 minutes. Strain off the water from the tofu and let it cool off. Put the tofu in the mixer woth the syrup(included the leaves of mint) and 2 teaspoons of truvia. Mix all at the greatest speed for abiut 35 seconds. Pour the mix into molds and put them in the freezer for about 3 hours. After this time take the icre creams off and cover everyone of them with fmd chocolate. Put them back in the freezer for about 1 hour, then decorate as you like and eat your delicious ice creams. For a conpleate breakfast add vegetables.

Scarlett Klimt

Viennetta cocco e pistacchio f3

IMG-20150712-WA0000[1]

Questa ricetta la devo all’ispirazione datami da una preziosa amica. Ho deciso di realizzare in suo onore una viennetta fmd al cocco con ripieno di crema di pistacchio. La trovo perfetta sia per una colazione f3 sia per concedersi uno spuntino fresco e goloso. Troverete le dosi per 10 colazioni:

Per i cioccolatini:

  • 1/4 di cup di cocco rapè
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 4 bustine di stevia misura

Per la crema di pistacchio:

  • 1/2 cup di pistacchi
  • 7 bustine di stevia misura
  • 2 cucchiai di latte di cocco
  • 1 cucchiaio di olio

Per la viennetta:

  • 3 albumi
  • 350 ml della parte densa del latte di cocco
  • 10 bustine di stevia misura
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaio e 1/2 di granella di nocciole

Vi consiglio di preparare la viennetta il giorno prima rispetto a quando volete consumarla. Per prima cosa preparare i cioccolatini, mettendo il cocco rapè nel robot e frullandolo alla massima potenza per 25 secondi. Spatolare e ripetere l’operazione fino a che non si otterrà una sorta di crema. Scaldare la crema in un pentolino per farla sciogliere un po’, aggiungere il cacao amaro e la stevia e mescolare. Travasare in stampini da cioccolatini e mettere a solidificare in frigorifero.

Preparare la crema di pistacchio, riscaldando i pistacchi in forno per qualche minuto. Metterli nel robot e frullarli alla massima velocità per 25 secondi. Spatolare e ripetere l’operazione diverse volte, fino a che i pistacchi non abbiano rilasciato il loro olio formando una crema. Aggiungere 2 cucchiai di latte di cocco, l’olio e la stevia e frullare alla massima potenza per circa 30 secondi. Versare in un barattolo e conservare in frigorifero.

Per preparare la viennetta montare gli albumi con 3 bustine di stevia e un pizzico di sale. Montare per qualche minuto la parte densa del latte di cocco insieme 7 bustine di stevia, utilizzando la frusta elettrica. Nel frattempo tritare i cioccolatini grossolanamente e mischiare la panna di cocco ottenuta, gli albumi e una  parte dei cioccolatini tritati, conservandone una manciata per decorare. Rivestire uno stampo da plumcake con la pellicola e versare un primo strato di crema. Aggiungere la crema di pistacchio precedentemente preparata, concentrandola nella parte centrale in modo che funga da ripieno. Ricoprire con un ulteriore strato di crema di cocco(viennetta) e coprire il tutto con la pellicola. Lasciare in congelatore almeno per tutta la notte.

Uscirla circa 20 minuti prima di mangiarla e decorare con 1 cucchiaio e 1/2 di granella di nocciole e i restanti cioccolatini tritati(che avrete conservato precedentemente in frigo). Per ottenere una colazione completa integrate con le verdure, la frutta e la porzione di cereali. Io ho accompagnato con due waffles. Se volete potete mangiare la viennetta anche come dessert alla fine del pranzo o della cena, dimezzando le dosi dei grassi a pasto e anche la dose di viennetta o eliminando completamente i grassi e mangiando una porzione sana di viennetta.

Scarlett Klimt

Smoothie Umpa Lumpa f1

IMG_20150708_155739[1]

Dopo aver preparato il mio aspic di batata, pesca e carote ho pensato che questi ingredienti sarebbero stati perfetti anche per preparare uno nuovo smoothie. Ho quindi realizzato il mio Smoothie Umpa Lumpa, proprio come i famosi aiutanti di Willy Wonka. Vi lascio le ricette per una colazione:

  • 1 grossa pesca
  • 1 carota e 1/2
  • 1 pezzo di batata
  • 1/4 di cup di latte di riso freddo
  • 40 ml di acqua fredda
  • 1 cucchiaino di truvia
  • 1 pizzico di vaniglia bourbon
  • 1 pizzico di cannella

Lessare una batata, spellarla e prelevare un pezzo della lunghezza di 5 cm. Frullare tutti gli ingredienti per 30 secondi alla massima velocità e versare in un bicchiere. Decorare con foglie di menta o a proprio piacere. Potete consumare lo smoothie a tutti i pasti tranne che a cena, essendo lo smoothie un sostitutivo della frutta e della verdura. Se lo usate a colazione integrate con le granaglie, se invece lo bevete a pranzo integrate con granaglie e proteine.

Scarlett Klimt